Stio e Magliano Vetere : aderiscono al Distretto Rurale del Parco

Si punta ad intercettare le opportunità offerte dal PNRR

I Comuni di Stio e Magliano Vetere, con a capo rispettivamente Natalino Barbato e Carmine D’Alessandro, hanno deciso di aderire al consorzio con attività esterna denominato “Distretto Rurale Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni”. Entrambi gli Enti hanno, difatti, approvato l’atto costitutivo e statuto del Distretto.

Gli obbiettivi

Attraverso l’adesione al Distretto si punta a voler intercettare tutte le opportunità offerte dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, nell’ambito dell’agricoltura sostenibile. Fa riferimento agli Enti per lo sviluppo sostenibile, “Piccoli Campi SRL”, soggetto capofila del Comitato Promotore dei Distretti Rurali, che ha sottoscritto un’intesa con il P.N.C.V.D.A, per il costituendo Distretto Rurale del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni.

L’importanza di tale adesione è data anche dal fatto che la stessa consentirebbe di avere sicuramente maggiori opportunità di ottenere finanziamenti nell’ambito del PNRR; è prevista una quota di partecipazione, inoltre, a carico del bilancio dei comuni pari a 100 euro.

Anche altri comuni stanno procedendo alla medesima iniziativa

CONTINUA A LEGGERE

Sostieni l'informazione indipendente