Capaccio, Cinema Myriam: domani scade il bando per realizzare il Cineteatro

Un’opera necessaria per Capaccio Paestum, da valutare in termini culturali e sociali oltre che urbanistici e architettonici».

Scadrà domani, venerdì 25 febbraio, il bando di gara per l’appalto di progettazione esecutiva, coordinamento della sicurezza ed esecuzione dei lavori per la realizzazione del cineteatro comunale ex cinema Myriam.

L’idea progettuale prevede la realizzazione di un nuovo edificio in luogo dell’originario cinema, oggi demolito. Il nuovo edificio nasce dalla volontà dell’amministrazione comunale di realizzare, nel cuore di piazza Santini, una struttura polivalente, dal prevalente interesse pubblico, con una sala polifunzionale da adibire a cinema, teatro, sala conferenze.

Una struttura immaginata per migliorare sia le condizioni di vita dei cittadini che la qualità ambientale, architettonica e urbanistica dell’intero comparto. Il nuovo edificio sarà caratterizzato da un portico su due livelli che, costeggiando il perimetro esterno, consentirà di raggiungere piazza Santini e i suoi edifici attraverso un percorso coperto e protetto.

Il nuovo edificio, ruotato rispetto all’originario, determina una maggiore apertura e una maggiore visibilità alla piazza. L’ingresso al cineteatro avverrà attraverso una gradonata posta lungo viale della Repubblica, in modo tale da fare dell’area antistante un luogo di ritrovo e di aggregazione e, dunque, un prolungamento della piazza stessa.

L’importo complessivo di gara, Iva esclusa, è di circa 2 milioni e 500 mila euro. Il bando, che sarà aggiudicato in base al criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

«Dopo un iter rallentato da inutili ricorsi, l’ex cinema Myriam si appresta finalmente a rinascere a nuova vita dichiara il sindaco Franco AlfieriUna Comunità così popolosa come la nostra e una Città che sta puntando molto sulla cultura e la sua diffusione come Capaccio Paestum non potevano più fare a meno di un cineteatro.

L’importanza dell’opera che andremo a realizzare è infatti da valutare in termini culturali e sociali oltre che urbanistici e architettonici. A tal proposito voglio anche ricordare che la stessa Soprintendenza, nel confermare la validità del nostro progetto per il cineteatro Myriam, ha evidenziato che va a migliorare il contesto urbano di piazza Santini anche sotto il profilo paesaggistico. Insomma, un altro importante traguardo sta per essere tagliato grazie al coraggioso lavoro della nostra amministrazione».

CLICCA PER LEGGERE TUTTO L’ARTICOLO
Pulsante per tornare all'inizio