Maria Marotta: ancora una soddisfazione per il fischietto cilentano

Ancora un traguardo importante raggiunto dalla cilentana Maria Marotta accompagnata nella circostanza da Maria Sole Ferrieri Caputi

Importante soddisfazione giunta nei giorni scorsi per Maria Marotta e Maria Sole Ferrieri Caputi, donne tra le più quotate tra i fischietti in Italia. Tra le designazioni per le partite della seconda giornata di ritorno del campionato di Serie B, disputata lo scorso sabato, molto risalto è stato dato, infatti, per la prima volta in assoluto di due donne nel ruolo di Avar.

Maria Marotta: ancora una soddisfazione per il fischietto cilentano

Si tratta appunto di Maria Marotta, fischietto della sezione di Sapri, impegnata in Sala Var per la gara tra Cosenza – Brescia, al fianco di Gianluca Aureliano, e Maria Sole Ferrieri Caputi, arbitro della sezione di Livorno, designata per la sfida tra Ternana – Reggina, insieme al Var Luca Banti. 

Con il fischietto di San Giovanni a Piro in luce anche Maria Sole Ferrieri Caputi

Questa per la classe arbitrale è l’ennesima testimonianza della crescita del movimento arbitrale femminile in Italia. In particolare, poi, per Maria Marotta e Maria Sole Ferrieri Caputi che avevano già segnato la storia tra i fischietti in Italia. 
La Marotta, classe ’84 originaria di San Giovanni a Piro, lo scorso 8 maggio 2021 era stata designata per dirigere la sfida di Serie B tra Reggina e Frosinone, in programma il giorno 10. Il direttore di gara Uefa e Fifa dal 2016, è divenuta cosi la prima donna nella storia ad arbitrare una gara del campionato cadetto.
La Ferrieri Caputi, classe ’90 di origini livornesi, a dicembre ha diretto la sfida tra Cagliari e Cittadella di Coppa Italia. L’arbitro Uefa e Fifa dal 2019 è diventata cosi la prima donna della storia del calcio italiano a dirigere una partita ufficiale di una società di massima serie.

CONTINUA A LEGGERE

Christian Vitale

Christian Vitale è un giornalista pubblicista che collabora con la Redazione di Infocilento.it dall'aprile del 2016. E' il responsabile della redazione sportiva.

Sostieni l'informazione indipendente