Agropoli, offese sui social: giovane politico sotto accusa

"Fisicamente parlando sei qualcosa di mostruoso". Questo è uno dei messaggi arrivati a dei giovani agropolesi

AGROPOLI. Giovane politico accusato di body shaming. A segnalare taluni episodi che li hanno visti protagonisti sono dei ragazzi agropolesi, destinatari attraverso Instagram di messaggi offensivi relativi al loro aspetto fisico. “Fisicamente parlando sei qualcosa di mostruoso”; “Se metti un po’ di chili diventi una bella ragazza, così veramente sei orribile”; “se io ero come te mi facevo schifo”.

Questi sono alcuni dei messaggi inviati in chat private che hanno turbato i destinatari; non è chiaro se gli insulti siano arrivati a margine di una lite, uno scambio di accuse o meno, fatto sta che simili espressioni sono comunque da censurare.

I ragazzi agropolesi si dicono offesi e turbati per le critiche ricevute per il loro aspetto fisico e non vogliono che tutto ciò passi inosservato, anche per evitare che certi comportamenti vengano replicati con altri giovani incapaci di difendersi e di reagire alle accuse.

Il body shaming, purtroppo, è una delle tendenze da monitorare con estrema attenzione e da non sottovalutare, perché gli effetti di una continua e sistematica derisione del corpo possono generare effetti complessi all’equilibrio psico-fisico della vittima.

Che sia una ragazzata a margine di una lite o si tratti di offese gratuite e immotivate, quello che è accaduto è da condannare. Da ricordare, inoltre, che se viene spinto oltre certi limiti il body shaming può essere considerato anche un reato, dato che può sfociare in bullismo e cyberbullismo.

CONTINUA A LEGGERE

Sergio Pinto

Inizia da giovanissimo l'attività di giornalista, dapprima collaborando per una radio locale, poi fondando un free press nel territorio di Casal Velino. Successivamente ha lavorato con i quotidiani "La Città", "Il Mattino" e "L'Opinione". Fondatore della casa editrice e studio di comunicazione Qwerty, è stato editore e direttore responsabile del mensile "L'Informazione", distribuito su tutto il territorio cilentano. Dal 2009 è direttore di InfoCilento.

Sostieni l'informazione indipendente