Moio della Civitella: ordinanza per la detenzione e la tutela dei cani

Nuove regole per i detentori di cani

MOIO DELLA CIVITELLA. Il Sindaco, Enrico Gnarra, ha firmato un’ordinanza relativa alla detenzione, alla tutela dei cani e l’incolumità pubblica dall’aggressione dei cani e le deiezioni, considerate le recenti segnalazioni e le situazioni di disagio e sporcizia, registratesi nel territorio comunale per la libera circolazione di cani di proprietà.

A chiunque detenga o possegga un cane di è fatto ordine difatti di utilizzare il guinzaglio ad una misura non superiore a mt 1,50 durante la conduzione dell’animale nelle aree urbane e nei luoghi aperti al pubblico; portare con sé una museruola da applicare al cane in caso di rischio per l’incolumità di persone, animali o su richiesta degli agenti di Polizia locale o di altre forze di polizia; adeguare la recinzione di pertinenza in modo tale da impedire l’animale possa scavalcarla ovvero superarla con la testa e/o introdurvi le fauci verso l’esterno al fine di evitare la fuga o di arrecare danno a terzi.

Viene precisato inoltre di avere con sé strumenti idonei alla raccolta delle feci e di raccoglierle e precisamente: di provvedere immediatamente alla raccolta delle deiezioni, alla pulizia dei luoghi ed al corretto smaltimento delle feci, introdotte in idonei involucri o sacchetti chiusi negli appositi contenitori, qualora il cane sporchi luoghi pubblici o aperti al pubblico quali strade, marciapiedi, portici, piazze, giardini e parchi pubblici, aree attrezzate adibite al gioco dei bambini, zone destinate al verde pubblico; di munirsi, durante l’ accompagnamento dei cani, di apposite palette, sacchetti o qualsiasi altro strumento idoneo alla raccolta delle deiezioni canine depositate dai cani e di munirsi inoltre di bottiglietta d’acqua igienizzante da versare sulla superficie sporcata dall’ urina e dalle feci del cane al fine di ripulire nella immediatezza la stessa.

I proprietari di cani dovranno provvedere inoltre a stipulare una polizza di assicurazione di responsabilità civile per danni contro terzi per i cani inseriti nel registro dei cani dichiarati a rischio di elevata aggressività, ai sensi dell’ordinanza del ministero della salute del 06.08.2013; in caso di sosta di autoveicolo vi è l’obbligo di disporre i finestrini in modo tale da permettere una opportuna ventilazione all’interno, evitando al tempo stesso che l’animale possa fuoriuscire con la testa. I proprietari non dovranno tenere, poi, condurre o lasciare entrare cani e gatti ed altri animali d’affezione nei luoghi destinati all’esercizio del culto, nei cimiteri, macelli, nei laboratori per la produzione e lavorazione degli alimenti, negli spacci, nei depositi di generi alimentari, nei parchi gioco dei giardini pubblici, negli istituti e scuole di ogni ordine e grado.

Altresì si fa divieto, ai sensi dell’ordinanza del ministero della salute del 06.08.2013, di possedere o detenere cani dichiarati a rischio elevato di aggressività: ai delinquenti abituali o per tendenza; a chi è sottoposto a misure di prevenzione personale o a misura di sicurezza personale; a chiunque abbia riportato condanna, anche non definitiva, per delitto non colposo contro la persona o contro il patrimonio, punibile con la reclusione superiore a due anni; a chiunque abbia riportato condanna, anche non definitiva o decreto penale di condanna, per i reati di cui agli articoli 727, 544-ter, 544-quarter, 544-quinquies del codice penale e, per quelli previsti dall’art. 2 della legge 20 luglio 2004, n.189; ai minori di 18 anni, agli interdetti ed agli inabili per infermità di mente.

In caso di inosservanza, ci tengono a far sapere dal Municipio, si applicheranno le sanzioni previste dalla legge, da 25,00 ad € 500,00.

CONTINUA A LEGGERE

Sostieni l'informazione indipendente