Il Cilento in tv: domenica, secondo appuntamento con “Linea Verde”

Questa settimana, sarà la volta di Agnone Cilento, Paestum, Piaggine, Piano Vetrale, Perdifumo, Sapri e Scario, fino ai confini della Basilicata

Linea Verde continua, anche questa settimana, a esplorare la provincia di Salerno, nel territorio del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, spingendosi dalla vestigia di Paestum fino ai confini della Basilicata, a Sapri e Scario.

Il viaggio sarà dedicato a tutti quei sapori e a quelle tradizioni che hanno contribuito alla formazione della Dieta Mediterranea, patrimonio immateriale dell’umanità, che proprio nel Cilento ha una delle sue case.

Il Cilento è infatti uno dei territori italiani con più centenari e da decenni attira l’attenzione di studiosi di tutto il mondo che cercano di comprendere i legami tra stile di vita, cibo, e longevità. Beppe Convertini e Peppone racconteranno le storie di pescatori, agricoltori, cuochi, artigiani che hanno scelto di vivere nel Cilento, zona splendida da scoprire non solo in estate ma in tutte le stagioni.

E l’olio d’oliva sarà l’elemento cardine per continuare a ragionare di salute e longevità in una terra di centenari come il Cilento: i conduttori parteciperanno ad una raccolta tardiva nella zona di Perdifumo e seguiranno la produzione dell’olio extravergine d’oliva del Cilento Dop.

La tappa di Sapri sarà particolarmente preziosa per ragionare sul contributo benefico del mare: sarà presente una famiglia di fornai che prepara ancora “u pane ri pescatori” e un gelataio molto particolare, che nelle sue ricette utilizza tutti gli ingredienti del suo territorio, anche i più insoliti.

Ampia pagina culinaria, da Agnone Cilento a Piaggine, fino a Piano Vetrale per comprendere come gusto e benessere vadano spesso a braccetto nella cucina cilentana, con un finale dedicato alla squisita pizza ammaccata.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Comunicato Stampa

Questo articolo non è stato elaborato dalla redazione di InfoCilento. Si tratta di un comunicato stampa pubblicato integralmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.