Cannalonga, un contest per la giornata contro la violenza sulle donne

CANNALONGA. 1 donna su 20, dai 15 in su, è stata stuprata. 1 donna su 10, ha subito qualche forma di violenza sessuale. 8 su 10 donne vittime di femminicidio conoscevano il killer.
1 su 2 è stata uccisa dal partner o da un ex. 1 donna uccisa ogni 2 giorni in famiglia durante il lockdown, triplicando i casi.
Questo è quello che accade in Italia.

E questi dati parlano solo delle violenze più gravi, come femminicidi o stupri, a questi vanno aggiunte le violenze psicologiche ed economiche, fenomeni con pesanti conseguenze ancora troppo poco contrastati.

Ieri, 25 Novembre, Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, anche a Cannalonga si è scelto di alzare la voce per dire basta alle violenze genere.
Basta femminicidi, basta stupri, basta molestie.
“Vogliamo rispetto e parità. Vogliamo la sicurezza che ci meritiamo”.

È per questo che si è organizzato un contest per sensibilizzare questo tema con diversi simboli rossi, il colore dedicato a questa giornata. Presenti anche autorità civili e religiose.

Una visione di cosa vuol dire essere donna in una società che spesso ci toglie la dignità, la sofferenza che questo comporta, i segni sull’emotività, ma soprattutto si vuole lanciare un segno di forza e di speranza, perché, alla fine, le donne hanno la straordinaria capacità di rinascere“, il commento dei promotori dell’iniziativa.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Redazione Infocilento

La redazione di InfoCilento è composta da circa trenta redattori e corrispondenti da ogni area del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. E' questa la vera forza del portale che cerca, sempre con professionalità, di informare gli utenti in tempo reale su tutto ciò che accade sul territorio.