Apre a Sala Consilina l’Emporio della Solidarietà

Diventa realtà l’emporio della solidarietà che inaugurato oggi pomeriggio nei locali della chiesa di Sant’Anna in via Pozzillo, in pieno centro cittadino. L’idea di voler realizzare il supermercato della solidarietà era stata annunciata lo scorso aprile dal parroco don Luciano La Peruta.
Alla cerimonia di inaugurazione é intervenuto Mons. Antonio De Luca, vescovo della Diocesi di Teggiano – Policastro. Gestito dalla Caritas e dalla Diocesi di Teggiano – Policastro.

L’Emporio della Solidarietà è un servizio rivolto ai singoli e alle famiglie che si trovano in condizioni di disagio economico, lavorativo e familiare; è in grado di offrire loro un aiuto temporaneo per alleggerire la condizione di difficoltà. Il coinvolgimento e la responsabilizzazione si contrappone alla logica assistenzialistica, promuove la crescita della persona facendo leva sulle risorse della famiglia e sulla capacità di scegliere e di gestire le proprie risorse, e la sostiene nel proprio percorso. E’ stato aperto anche un centro di ascolto che avrà come compito quello di individuare le famiglie che possono accedere all’Emporio dove gli operatori assegneranno una tessera sulla quale saranno caricati dei punti in base alla composizione del nucleo famigliare ed alle condizioni socioeconomiche. Le famiglie possono trovare anche prodotti per l’igiene personale e della casa. Il patrimonio di punti va gestito dalla famiglia e quindi diventa uno strumento educativo e di responsabilizzazione. L’aiuto è a tempo determinato per evitare assistenzialismo e accompagnare le persone all’autonomia.

Gli operatori e i volontari dell’Emporio della Solidarietà analizzano gli acquisti e aiutano a “spendere” i punti al meglio. Queste realtà somigliano a negozi o piccoli market che distribuiscono gratuitamente beni di prima necessità, resi disponibili da donazioni o acquisti, tra i quali i beneficiari possono liberamente scegliere in base ai propri bisogni e ai propri gusti. Gli empori, inoltre, accanto al sostegno materiale, propongono direttamente o indirettamente servizi e percorsi di orientamento, formazione, inclusione e socializzazione. L’Emporio é nato grazie alla collaborazione tra le parrocchie di Sala Consilina e la Caritas Diocesana e servirà non solo il comune salese ma tutti i comuni del comprensorio valdianese.

Una ricerca universitaria effettuata sulle attività di un emporio già attivo ha calcolato l’impatto sociale della struttura: fa aumentare il potere d’acquisto e lo stato d’animo dei beneficiari, per ogni euro di costi si genera un valore quattro volte superiore in termini di volontariato.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.