Decreto Mangiaplastica: minoranza interroga il sindaco di Padula

PADULA. Con il decreto “Mangiaplastica”, il Ministero della Transizione ecologica ha promosso l’acquisto di eco-compattatori da parte delle amministrazioni comunali attraverso il riconoscimento di uno specifico contributo.
Le modalità e i criteri per l’attribuzione dell’agevolazione sono indicati nel decreto del Ministro della transizione ecologica n. 360 del 2 settembre 2021, pubblicato in G.U.R.I. n. 243 dell’11/10/2021.
La scadenza per l’invio dell’istanza volta all’ottenimento del contributo è fissata a 30 giorni dalla pubblicazione del decreto sulla Gazzetta Ufficiale.

Diversi centri del Cilento e Vallo di Diano hanno già aderito; all’appello, tra gli altri, manca Padula. Ecco perché il Gruppo Consiliare di minoranza Padula Visione Comune, tramite il capogruppo Dario Tepedino ha presentato un’interrogazione diretta al sindaco Michele Cimino. Nella nota, protocollata a palazzo di città, si chiede sapere “Se il Comune ha partecipato al progetto; In caso negativo si prega di fornire spiegazioni in merito alla mancata presentazione; Di conoscere l’orientamento dell’amministrazione comunale in ordine alle problematiche legate all’ambiente e alla possibilità di ridurre i costi del servizio integrato dei rifiuti”.

Il decreto, evidenziano dal gruppo di opposizione, è successivo all’entrata in carica dell’attuale amministrazione, cui spetterebbe il compito di procedere alla partecipazione al bando.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Redazione Infocilento

La redazione di InfoCilento è composta da circa trenta redattori e corrispondenti da ogni area del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. E' questa la vera forza del portale che cerca, sempre con professionalità, di informare gli utenti in tempo reale su tutto ciò che accade sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.