Alfano: lavori di pubblica utilità per chi ha subito una condanna

Condannati al lavoro per la comunità. Un'occasione di riscatto e reinserimento sociale

ALFANO. Lavori di pubblica utilità nel centro cilentano per le persone che hanno subito una condanna. Il Comune di Alfano, infatti, ha approvato una convenzione con il Ministero della Giustizia, tramite il Presidente del Tribunale di Vallo della Lucania che permetterà di svolgere in paese attività non retribuite in favore della comunità.

Lavori di pubblica utilità: cosa prevede il Codice Penale

Questa opportunità è offerta dall’articolo 168 bis del Codice Penale il quale prevede che “Nei procedimenti per reati puniti con la sola pena edittale pecuniaria o con la pena edittale detentiva non superiore nel massimo a quattro anni o alternativa alla pena pecuniaria” […] nonché per specifici delitti, “l’imputato può chiedere la sospensione del processo con messa alla prova”.

Quest’ultima “comporta la prestazione di condotte volte all’eliminazione delle conseguenze dannose o pericolose derivanti dal reato, nonché, ove possibile, il risarcimento del danno dallo stesso cagionato. Comporta altresì l’affidamento dell’imputato al servizio sociale, per lo svolgimento di un programma che può implicare, tra l’altro, “attività di volontariato di rilievo sociale, ovvero l’osservanza di prescrizioni relative ai rapporti con il servizio sociale o con una struttura sanitaria, alla dimora, alla libertà di movimento, al divieto di frequentare determinati locali”.

Le attività potranno essere poste in essere anche ad Alfano sulla base dell’accordo stipulato dal centro cilentano con il Tribunale.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Ernesto Rocco

Inizia l'attività giornalistica nel 2003, collaborando con il mensile "Il Cilento Nuovo". Successivamente diventa addetto stampa dell'U.S.Agropoli 1921, ruolo che manterrà fino al 2013 e che tornerà a ricoprire negli anni successivi. Nel 2005, fonda il portale InfoAgropoli (divenuto poi InfoCilento), di cui è caporedattore. Dal 2012 è collaboratore de "Il Mattino" e dell'agenzia di stampa Mediapress. Si occupa dell'organizzazione e della gestione di uffici stampa con lo studio di comunicazione Qwerty. Conduce programmi radio e tv sui canali di InfoCilento ed è opinionista e corrispondente di alcune televisioni locali.