Venezia-Salernitana: successo granata all’ultimo respiro

Buona prestazione della Salernitana a Venezia: i granata ribaltano nella ripresa il vantaggio lagunare e salgono a quota 7 in classifica

Nel pomeriggio di oggi il primo anticipo della Serie A vedeva opposte alle ore 18:30 la Salernitana al Venezia. Allo stadio “Penzo” i granata hanno fatto visita ai veneti di Paolo Zanetti nel match valido per la decima giornata della massima serie. Termina 1-2 con la Salernitana a ribaltare la gara nel secondo tempo.

Venezia-Salernitana: il primo tempo

Parte bene il team granata di Colantuono che nei minuti iniziali sembra più pimpante rispetto ai lagunari. Al 3′ Kastanos impegna Romero bravo a bloccare il tiro del cipriota, sul fronte opposto Aramu al 5′ calcia alta una punizione. Salernitana in avanti al 7′ ancora con Kastanos, impreciso, e al 12′ con Di Tacchio che trova al suo posto ancora Romero. Alla prima vera occasione il Venezia però passa: al 14′ Aramu mette nell’angolino una palla giocata bene da Molinaro e che Okereke lascia all’avanti lagunare che trova il punto del momentaneo 1-0. Al 25′ lo stesso Okereke chiama in causa Belec mentre al 28′ Bonazzoli scalda ancora i guantoni di Romero. Nel finale di frazione Djuric di testa chiama il portiere argentino ad una risposta che salva il risultato ed Okererke sul fronte opposto vede Belec pronto a disinnescare il suo sinistro. L’ultima opportunità è ancora per Djuric che vede l’intervento in due tempi di Romero.

La ripresa

Nel secondo tempo la gara sembra cambiare: Salernitana a cercare di fare gioco in maniera più convinta rispetto alla prima frazione. Al 6′ occasione per Bonazzoli e al 9′ Ribery cercano la via del pari ospite. La rete granata arriva al 16′ con una bella giocata del campione transalpino ad ispirare Bonazzoli freddo nel girare di piatto oltre le spalle di Romero dall’interno dell’area. Dopo tre giri di lancette Venezia in dieci per il secondo giallo rifilato ad Ampadou per fallo sull’ex Fiorentina. Quando la gara sembrava pendere sui binari salernitani i lagunari si ricompattano e subiscono meno, anzi con Svoboda sfiorano il nuova vantaggio sugli sviluppi di un calcio piazzato. Nei minuti finali però la pressione dei ragazzi di Colantuono torna forte e Simy e Gondo conquistano molte palle per far salire la squadra. All’ultimo minuto di recupero dopo un’uscita a vuoto di Romero Schiavone da pochi metri insacca per il successo per 1-2 della Salernitana che sale a quota 7 in classifica.

Il tabellino

VENEZIA (4-3-3): Romero; Mazzocchi, Caldara, Ceccaroni, Molinaro (21′ st Haps); Crnigoj, Busio, Kiyine (11′ st Tessmann); Forte (21′ st Henry), Aramu (1′ st Ampadu) Okereke (28′ st Svoboda). In panchina: Mäenpää, Ebuehi, Modolo, Heymans, Peretz, Bjarkason, Sigurðsson. Allenatore: Zanetti.
SALERNITANA (4-3-1-2): Belec; Zortea, Gyomber (41′ st Gagliolo), Strandberg, Ranieri; Obi (30′ st Kechrida), Di Tacchio, Kastanos (20′ st Schiavone); Ribery; Djuric (30′ st Simy), Bonazzoli (30′ st Gondo). In panchina: Fiorillo, Russo, Jaroszynski, Aya, Delli Carri, Vergani. Allenatore: Colantuono.
ARBITRO: Di Bello di Brindisi 
RETI: 14′ pt Aramu (V), 16′ st Bonazzoli (S), 50′ st Schiavone (S)
Espulso: 21′ st Ampadu (V). Ammoniti: Busio (V), Bonazzoli (S), Mazzocchi (V), Di Tacchio (S), Zortea (S).
Angoli: 4-5. Recupero: 2′ pt – 5′ st

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Christian Vitale

Christian Vitale è un giornalista pubblicista che collabora con la Redazione di Infocilento.it dall'aprile del 2016. E' il responsabile della redazione sportiva.