Ad Agropoli Le Jacques Cartier: lussuosa nave da crociera francese

La nave extralusso ospita quasi 200 passeggeri

Agropoli sulle rotte delle navi da crociera. Questa notte, infatti, ha calato l’ancora a pochi metri dalla rupe su cui si erge il centro storico una splendida nave da crociera battente bandiera francese, la transalpina “Le Jacques Cartier”. La nave appartiene al marchio Ponant, leader mondiale delle crociere di spedizione a bordo di navi di lusso, e fa parte della serie “Explorers”: ognuna di esse prende il nome da un famoso esploratore, in questo caso il franco-bretone Jacques Cartier.

Le Jacques Cartier: una nave per crociere di lusso

La nave può ospitare 184 passeggeri, è dotata di 92 camere e suite e su di essa viaggiano 118 membri della crew. A bordo è possibile rilassarsi in una spa o gustare prelibate pietanze nei due ristoranti presenti. Un’ulteriore caratteristica è l’esclusivo “Blue Eye”, la sala multisensoriale subacquea che consente agli ospiti di scoprire e vivere il mondo sottomarino attraverso due giganti finestre che ricordano gli occhi di una balena che si affaccia sul fondale marino. Secondo la filosofia di Ponant Explorers, la nave unisce la voglia di partire all’avventura con la comodità di un viaggio a 5 stelle.

La rotta

“Le Jacques Cartier” è arrivata ad Agropoli proveniente da Reggio Calabria intorno alle 4. I passeggeri hanno potuto ammirare tutta la bellezza del litorale agropolese e del Golfo di Salerno dalle loro cabine.

Questa mattina è stata data la possibilità ai crocieristi di scendere a terra e attraverso un servizio autobus trasferirsi a Paestum. A causa delle regole covid ai passeggeri non è stata data la possibilità di scegliere se restare in città.

“Le Jacques Cartier” è la terza nave da crociera che sosta ad Agropoli negli ultimi mesi. Il porto si conferma uno scalo strategico. Compito delle amministrazioni è quello di provare a sfruttare queste opportunità, intercettando i turisti offrendo loro degli itinerari per conoscere la città.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Sergio Pinto

Inizia da giovanissimo l'attività di giornalista, dapprima collaborando per una radio locale, poi fondando un free press nel territorio di Casal Velino. Successivamente ha lavorato con i quotidiani "La Città", "Il Mattino" e "L'Opinione". Fondatore della casa editrice e studio di comunicazione Qwerty, è stato editore e direttore responsabile del mensile "L'Informazione", distribuito su tutto il territorio cilentano. Dal 2009 è direttore di InfoCilento.