Pegaso Agropoli
domenica, Settembre 19, 2021
HomeAll newsApprofondimentiGonfiori e dolori alle gambe – Come rimediare

Gonfiori e dolori alle gambe – Come rimediare

Lavorare molte ore in piedi, indossare tacchi alti o stare a stretto contatto con macchinari in surriscaldamento, sono dinamiche che portano spesso a casi di gonfiore alle gambe e alle caviglie.

Questo avviene in quanto viene compromessa la circolazione sanguigna e quella linfatica.

Ecco quindi che può tornare utile ottenere qualche pratico consiglio da seguire per prevenire tali problematiche e porre rimedio nel momento in cui siano già presenti.

Dolori alle gambe: a cosa sono dovuti?

I dolori alle gambe, come appena indicato, possono sorgere per tantissime motivazioni, la maggior parte riguardano il flusso del sangue, mentre altri dipendono da:

  • Strappi muscolari, solitamente a seguito di movimenti scorretti della gamba durante attività sportive o attività di vario tipo.
  • Problemi ossei e articolari, come in chi soffre di artrite e artrosi.
  • Mal di schiena, che irradia l’infiammazione agli arti inferiori, come nel caso di nervo sciatico, lombalgia e cervicalgia.
  • Problemi alimentari, dettati da una dieta priva di sali minerali e acqua, o come nei casi di gotta e diabete.

6 consigli per i dolori alle gambe

Per prevenire tutti questi inconvenienti, è bene:

  1. Fare attività fisica, ovvero dedicarsi a movimenti, seppur moderati e a bassa intensità, che permettono di migliorare l’andamento del sistema circolatorio. Potrebbe essere sufficiente cimentarsi in lunghe camminate, oppure nel nuoto, nello yoga e nel pilates. Dato che spesso i dolori alle gambe sono collegati anche a problemi alle ginocchia, meglio evitare invece la corsa, il crossfit e altri sport che sollecitano eccessivamente le articolazioni.
  2. Dormire in maniera adeguata, per almeno 7/8 ore a notte, su superfici mediamente morbide (non troppo, altrimenti la spina dorsale non viene sostenuta).
  3. Seguire una dieta salutare, senza troppi grassi, conservanti, sale e zuccheri. Quest’ultimi sovraccaricano la circolazione periferica e le gambe ne risentono. Anche bere acqua naturale è importante, non meno di 2 litri al giorno. Chi ha difficoltà a ingerire acqua, per il sapore o per dimenticanza, può aiutarsi disponendo in giro per la casa diversi bicchieri pieni, in modo da averne sempre uno a portata di mano e da consumare.
  4. Effettuare massaggi linfodrenanti, meglio se abbinati a degli oli essenziali (cipresso, arancio dolce o ginepro). Possono essere fatti in centri qualificati o in autonomia, stando attenti però a non riscaldare e premere troppo le gambe se sono presenti capillari rotti o vene varicose.
  5. Fare pediluvi, in acqua rigorosamente fredda e con l’aggiunta di sale marino. In abbinamento è possibile fare anche delle spugnature fredde o degli impacchi con argilla e aloe vera, perfetti per alleviare i dolori muscolari e articolari.
  6. Sottoporsi a pressoterapie e trattamenti di endermologie, in centri professionali e qualificati. Questi permettono di accelerare le guarigioni in caso di problema già in corso o di prevenire i dolori nel caso in cui si voglia agire in maniera preventiva.

Ovviamente, in qualsiasi caso, è sempre bene richiedere il parere di un medico, che saprà certamente guidare il proprio paziente verso i rimedi più in linea con le sue necessità.

Redazione Infocilento
La redazione di InfoCilento è composta da circa trenta redattori e corrispondenti da ogni area del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. E' questa la vera forza del portale che cerca, sempre con professionalità, di informare gli utenti in tempo reale su tutto ciò che accade sul territorio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Membership