Regione tagli i fondi per il Palazzetto dello Sport di Agropoli: caso in Tribunale

La Regione taglia 200mila euro sui fondi spettanti al Comune di Agropoli per la realizzazione del palazzetto. L'Ente si oppone

AGROPOLI. Circa 200mila euro in meno per il palazzetto dello sport. Brutte notizie per l’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Adamo Coppola. La Regione Campania, infatti, nel rideterminare il contributo pluriennale concesso per trasformare la tendostruttura di via Taverne in quello che è oggi il Pala DiConcilio, ha decurtato dalla cifra totale stanziata (980mila euro) circa 205mila euro.

L’amministrazione comunale non ha potuto fare altro che impugnare il provvedimento. Nominato un avvocato di fiducia che avrà il compito di far valere le ragioni dell’Ente (compenso circa 4400 euro).

Era il 4 ottobre del 2008 quando si provvide alla posa della prima pietra del Palazzetto di via Taverne che venne inaugurato un anno dopo. I 980 mila euro arrivarono grazie ad un mutuo contratto con il Credito Sportivo. Nel 2012 l’Ente Regionale concesse un contributo proprio per garantire il pagamento del mutuo precedentemente contratto.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Gennaro Maiorano

Laureato in ingegneria si occupa di giornalismo dal 2013. Appassionato del Cilento e della sua natura si occupa principalmente di tematiche legate all'ambiente.

Un commento

  1. Mi sa tanto di un’azione fatta dallo “Sceriffo Regionale” per mettere ,ammesso che c’è ne fosse stato bisogno ,ancora più nei guai l’attuale Amministrazione Coppola in quanto non più nelle grazie di De Luca e Alfieri, purtroppo alla fine in seguito a questi “dispettucci” tra soggetti di m…. ,a pagare saremo sempre noi cittadini Agropolesi. Si vergognino tutti e tre str…. –