Pegaso Agropoli
venerdì, Settembre 24, 2021
HomeAll newsApprofondimentiProprietari di Bitcoin più influenti, chi sono?

Proprietari di Bitcoin più influenti, chi sono?

È sicuro dire che durante i primi anni di esistenza di Bitcoin, la prima criptovaluta al mondo aveva pochissima attrattiva: la sua immagine pubblica era quella di una nuova tecnologia dubbia sostenuta principalmente da nerd informatici e criminali del Dark Web. Pochissime persone sapevano della sua esistenza e la maggior parte di loro l’ha semplicemente liquidata come una banale valuta di Internet o una moda digitale come i televisori 3D.

Bitcoin, invece, ha recentemente raggiunto un massimo storico superiore a $ 49.000, rendendo milionari decine di migliaia di primi investitori e amareggiando coloro che persero questa opportunità.

Nel 2021, le celebrità internazionali sono tra gli investitori Bitcoin più importanti. Di seguito sono elencate le più influenti celebrità che possiedono Bitcoin.

Proprietari di Bitcoin: chi ha investito in criptovalute?

Elon Musk

Nonostante il suo scetticismo pubblico iniziale nei confronti delle criptovalute, Elon Musk è probabilmente l’individuo più influente della comunità Bitcoin.

Musk, che è diventato per breve tempo la persona più ricca del mondo nel gennaio 2021, in precedenza aveva definito il design di Bitcoin “geniale” nel 2019 e ha recentemente reso pubblico il suo sostegno alla valuta digitale. Inoltre, la sua azienda, Tesla, ha anche annunciato l’acquisto di 1,5 miliardi di dollari in BTC, che rappresenta il 7,7% della posizione di cassa lorda di Tesla e circa il 15% della posizione di cassa netta.

Jack Dorsey

Jack Dorsey, CEO di Twitter e Square, è un irriducibile investitore di Bitcoin. Il suo amore per BTC risale al 2017 quando iniziò a difendere la moneta virtuale. Nel momento in cui il mercato delle criptovalute crollò nel 2018, Dorsey è rimasto impassibile, definendo Bitcoin la futura valuta mondiale, nonostante la valuta digitale fosse al suo punto più basso da diversi anni.

Nel marzo 2019, Dorsey aveva dichiarato di spendere diverse migliaia di dollari ogni settimana per acquistare Bitcoin.

Oltre alle sue partecipazioni personali in BTC, la società di pagamento di Dorsey, Square, ha acquistato 4.709 Bitcoin nell’ottobre 2020, senza dubbio sotto la sua direzione. Dorsey gestisce anche il proprio nodo Bitcoin, il che significa che può estrarre e verificare le transazioni sulla blockchain della valuta virtuale.

Mike Tyson

Il famoso ex pugile e star dei social media Mike Tyson ha visto il potenziale di Bitcoin prima della maggior parte delle celebrità, debuttando nel suo sostegno alla criptovaluta nel 2015, affermando di essere “orgoglioso” di far parte di questa rivoluzione. Nello stesso anno, ha collaborato con i produttori di bancomat Bitcoin, una mossa che ha visto i bancomat BTC portare il suo marchio.

Mark Cuban

Mark Cuban, star miliardaria statunitense e proprietario dei Dallas Mavericks, il cui patrimonio netto è stimato in $ 4,2 miliardi, sembra avere una relazione di amore-odio con Bitcoin. Ad un certo punto, ha consigliato alle persone di mettere almeno il 10% del loro portafoglio in Bitcoin, poi ha ammesso che preferirebbe possedere banane piuttosto che BTC. Nell’aprile 2020, ha rivelato le sue partecipazioni in BTC, che sono state valutate a un misero $ 130 (ora valgono circa $ 635). Tuttavia, in seguito ha chiarito di aver detenuto molte altre criptovalute sin dai primi giorni su Coinbase.

Snoop Dogg

Durante i primi giorni di Bitcoin nel 2012, il rapper americano Snoop Dogg era già all’avanguardia e rese la sua musica disponibile per l’acquisto utilizzando BTC. Ogni album aveva un prezzo etichetta di 0,3 BTC, che equivale oggi a circa $ 14.000 al prezzo attuale di Bitcoin.

Tuttavia, non è chiaro quanti album abbia venduto né si sa quanti BTC detenga. Oggi, continua a supportare lo spazio crittografico e ha mostrato una simile simpatia per Dogecoin come Elon Musk.

Steven Seagal

Sebbene le sue attuali partecipazioni in Bitcoin non siano note al momento della stesura, Steven Seagal è stato un volto comune nel settore delle criptovalute. Sfortunatamente, è stato anche collegato a loschi asset crittografici. Nel 2020, Seagal è stato accusato dalla SEC degli Stati Uniti di “promuovere illegalmente” un rivale di BTC. La star delle arti marziali ha accettato di pagare una multa di 314 mila dollari.

Kanye West

Durante la sua apparizione nel podcast di Joe Rogan, Kanye West ha espresso il suo sostegno alla criptovaluta più popolare. Tuttavia, non è ancora chiaro quanto il rapper americano detenga in Bitcoin.

Floyd Mayweather Jr.

Il famoso pugile professionista Floyd Mayweather Jr. è tra le celebrità più importanti che possiedono Bitcoin. Sfortunatamente, nel 2018, è stato multato dalla SEC, insieme a DJ Khaled, per aver promosso un’offerta iniziale di monete (ICO) illegale.

Richard Branson

Nel 2014, Richard Branson, il fondatore del conglomerato multimiliardario Virgin Group, si è unito a un round di finanziamento da 30 milioni di dollari di BitPay, una piattaforma di elaborazione dei pagamenti Bitcoin. Sebbene non abbia dichiarato la sua posizione o la quantità di BTC che detiene, un tempo ha riconosciuto “potenziali benefici degli autentici sviluppi di Bitcoin”.

Con tutti questi personaggi famosi, insieme a grandi aziende e istituzioni, che scommettono su Bitcoin, sembra che la rivoluzione sia in piena attuazione. Sebbene non sia chiaro quando la valuta digitale verrà effettivamente adottata in massa o se e per quanto tempo potrà sostenere questo prezzo, sappiamo per certo che Bitcoin ha valore agli occhi delle persone più influenti del pianeta.

Inoltre, l’elenco sopra delle prime celebrità che possiedono Bitcoin non è affatto esaustivo. Ci sono innumerevoli altri personaggi famosi in tutto il mondo che stanno twittando, condividendo e parlando delle loro opinioni su Bitcoin e sul mercato delle criptovalute.

Ernesto Rocco
Inizia l'attività giornalistica nel 2003, collaborando con il mensile "Il Cilento Nuovo". Successivamente diventa addetto stampa dell'U.S.Agropoli 1921, ruolo che manterrà fino al 2013 e che tornerà a ricoprire negli anni successivi. Nel 2005, fonda il portale InfoAgropoli (divenuto poi InfoCilento), di cui è caporedattore. Dal 2012 è collaboratore de "Il Mattino" e dell'agenzia di stampa Mediapress. Si occupa dell'organizzazione e della gestione di uffici stampa con lo studio di comunicazione Qwerty. Conduce programmi radio e tv sui canali di InfoCilento ed è opinionista e corrispondente di alcune televisioni locali.

Membership