Chiusura guardia medica nel basso Cilento: Pierro interroga De Luca

"De Luca risponda con urgenza sulle chiusure delle guardie mediche nel Distretto di Sapri. Gravi le ripercussioni nella stagione turistica"

Il consigliere regionale della Lega Attilio Pierro ha presentato interrogazione a risposta scritta avente ad oggetto: “Chiarimenti urgenti circa la sospensione dei Presidi di Guardia Medica di Torre Orsaia, Morigerati e Celle di Bulgheria e la mancata riapertura del Poliambulatorio di Torre Orsaia in Provincia di Salerno“.

“L’Ospedale dell’Immacolata di Sapri è afflitto da tempo da carenza di personale e quando l’incremento del flusso di turisti nelle località del Golfo di Policastro diventa importante determina una grave sofferenza, tanto per l’utenza quanto per il personale medico-sanitario” spiega il consigliere regionale della Lega Attilio Pierro nell’interrogazione urgente rivolta al presidente de Luca.

“Questo Presidio Ospedaliero, oltre a essere sede di Pronto Soccorso, è DEA di I livello nella rete delle emergenze tempo-dipendenti, in particolare nella rete dell’infarto acuto del miocardio. Con una precedente interrogazione del 29 giugno u.s. ad oggi rimasta inevasa, – denuncia Pierro – non solo ho segnalato la carenza di medici in servizio nel reparto di cardiologia ma ho anche chiesto conferme circa la paventata chiusura del reparto medesimo, che comprometterebbe gravemente il livello di assistenza di una popolazione che arriva a triplicarsi durante l’estate.

Negli ultimi giorni ha destato preoccupazione, anche all’interno del Comitato dei Sindaci del Distretto 71, la notizia della riduzione dei livelli essenziali di assistenza sanitaria, con la sospensione “fino a nuove determinazioni” dei presidi di Guardia Medica di Torre Orsaia, Morigerati e Celle di Bulgheria che si somma alla pregressa sospensione dei servizi assistenziali offerti dal Poliambulatorio di Torre Orsaia in attesa di ripartenza dal 1 novembre 2020.

Non è pensabile – continua l’esponente della Lega – che le gravi carenze di personale mettano a repentaglio la salute e la vita stessa di tantissima gente. Auspico non solo che vada scongiurata la chiusura della cardiologia dell’Ospedale dell’Immacolata, ma vada anche necessariamente potenziata, nel rispetto degli standard minimi di sicurezza, l’offerta sanitaria complessiva di un territorio che copre un’utenza di circa 50 mila persone che durante l’estate cresce fino a più del doppio. Questa grave ipotesi di chiusura metterebbe a rischio la salute, tanto della popolazione residente quanto di quella villeggiante. De Luca deve rispondere con la massima chiarezza e celerità e spiegare se intenda o meno scongiurare la chiusura dei Presidi di Guardia Medica di Torre Orsaia, Morigerati e Celle di Bulgheria e comunicarci la data di riapertura del Poliambulatorio di Torre Orsaia. Attendiamo al più presto i destini dell’Ospedale di Sapri”, conclude il documento a firma del consigliere regionale Attilio Pierro.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Comunicato Stampa

Questo articolo non è stato elaborato dalla redazione di InfoCilento. Si tratta di un comunicato stampa pubblicato integralmente.