Guardia medica chiusa in diversi centri del basso Cilento: è polemica

Pochi medici, ancora a singhiozzo i servizi sanitari

Il comitato cittadino di Celle di Bulgheria è pronto a scendere in piazza e a raccogliere le firme per la riapertura della guardia medica. Stando a quanto si apprende non ci sarebbero medici sufficienti per coprire i turni a Marina di Camerota e ciò ha comportato la chiusura, improvvisa, dei presidi di Celle di Bulgheria, Torre Orsaia e Morigerati.

Il personale medico, dunque, dovrà organizzarsi con i turni per coprire i posti vacanti. Il malumore è tanto, la chiusura ha creato un enorme disagio ai cittadini del basso Cilento e in particolare agli anziani di Celle e Poderia che dovranno recarsi presso il presidio medico di Roccagloriosa per ricevere tutte le cure mediche di cui hanno bisogno, considerato che le strutture di Vallo della Lucania e Sapri sono distanti.

I cittadini troveranno affisso davanti la guardia medica un avviso con tutti i recapiti necessari per provvedere alle prenotazioni in caso di necessità. Il comitato cittadino di Celle, inoltre, rivolge un appello al Sindaco Gino Marotta affinché questo disagio venga risolto al più presto, considerato anche lo stato di emergenza che stiamo ancora vivendo a causa della pandemia.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Roberta Foccillo

Da sempre appassionata di comunicazione, con una particolare passione per i video, conduco programmi tv e radio, amo scrivere e mi occupo di tutto quello che di interessante c'è nel mio amato Cilento.