Agropoli festeggia i patroni. Ai santi Pietro e Paolo: le chiavi della città

Il programma dei festeggiamenti condizionato dall'emergenza covid

AGROPOLI. La città si prepara a festeggiare i suoi santi patroni Pietro e Paolo. Sarà un evento che, come lo scorso anno, dovrà rispettare le regole imposte dall’emergenza covid. Niente processione, quindi, ed anche gli eventi religiosi dovranno rispettare le disposizioni vigenti. Si proverà comunque a celebrare degnamente i santi patroni con due momenti di grande importanza per la comunità religiosa.

Festa dei santi patroni Pietro e Paolo: il programma

Il 26 giugno, presso la piazza d’armi del castello angioino – aragonese, sarà il vescovo monsignor Ciro Miniero a celebrare la santa messa delle ore 18.30. Lunedì, vigilia della festa, arriverà in città l’effige di San Costabile, compatrono della città.

Il 29 giugno, giorno della festa, invece, la messa delle 19.30 sarà celebrata nella piazza d’armi del castello, presieduta da don Riccardo Guariglia, Abate delle Abbazie di Montevergine e San Pietro di Assisi. Al termine, come lo scorso anno, è previsto l’affidamento della città ai santi patroni e la consegna della chiavi della città.

Tra gli appuntamenti in calendario per la festività dei santi Pietro e Paolo anche la santa messa presso l’ospedale civile in programma lunedì alle 19 e l’apertura della mostra “Ecce homo, il Vangelo nelle opere di Andrea Guida”.

from to
Scheduled Cilento Eventi
Agropoli, Salerno, Campania, Italia Map

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Hai Ad Block Attivo

InfoCilento.it è un porale gratuito e si mantiene grazie alla pubblicità. Non adottiamo alcuna forma di pubblicità invasiva, fastidiosa o pericolosa. Per questo se vuoi continuare a usufruire dei servizi di InfoCilento.it disattiva AdBlock per questo sito. Per farlo clicca con il pulsante destro del mouse sull'icona di AdBlock e seleziona "Sospendi su questo sito". In questo modo potrai continuare a visitare InfoCilento.it e accedere a tutti i suoi contenuti. Grazie!