Agropoli: si punta ad acquisire i beni confiscati alla criminalità

Si punta a creare servizi di carattere sociale

AGROPOLI. Il Comune, retto dal sindaco Adamo Coppola, ha deciso di partecipare ad una manifestazione di interesse per l’utilizzo e l’acquisizione al proprio patrimonio di alcuni immobili confiscati alla criminalità organizzata (decreto di confisca del Tribunale di Salerno emesso il 12 dicembre 2013).

In tutto sono diciannove, tra terreni ed edifici. Si tratta di una villa in via Piano delle Pere (anche il primo piano ed il piano terra), ed in via Barra, degli appartamenti in via Isca Longa, alla Contrada Mattine, in via Moio Alto, di un deposito in via Italo Svevo, di tre appartamenti in via Madonna del Carmine, compresi due box auto, un appartamento in via Martin Luter King, e tre terreni agricoli di cui uno in via Moio Alto e due in via Cannetiello.

L’intenzione dell’Ente è quella di riqualificare le strutture destinandole a servizi di carattere sociale, destinando le unità abitative più grandi per realizzare una casa di accoglienza per gli anziani, nonchè per minori a rischio oltre che sportelli analoghi, mentre quelle più piccole per le esigenze abitative delle famiglie indigenti.

CONTINUA A LEGGERE

Bruno Marinelli

Bruno Marinelli (nato a Roma, ma agropolese di famiglia).Trasferitosi stabilmente nel Cilento ne apprezza le peculiarità culturali e turistiche che la rendono una terra speciale. Appassionato di sport,cultura e politica. Ama molto leggere. E'il responsabile della redazione sportiva di Infocilento.

Un commento

  1. Mi viene da ridere quanto leggo a caratteri cubitali in tutti i Tribunali” LA LEGGE E’ UGUALE PER TUTTI” non so quante sentenze sono state emesse ,sia dal TAR che dal Consiglio di Stato, circa l’abbattimento del manufatto abusivo del Lido “Oasi” nei pressi del “Lido Azzurro” di Agropoli .Ma a cosa servono se chi dovrebbe farle eseguire ,in questo caso il Comune di Agropoli, fa finta di niente solo perché vi é implicato un consigliere Comunale di maggioranza? Dove stanno e cosa aspettano le varie forze dell’ordine, a far rispettare queste sentenze, e perché? Nessuno indaga? Questa é la “GIUSTIZIA”,ma andate af… i. c..o. VERGOGNATEVI !!!

Sostieni l'informazione indipendente