Monarchia o Repubblica: 75 anni fa il referendum. Ecco come votò il Cilento

Ecco come andò il voto nel nostro territorio

Gli italiani furono chiamati al voto il 2 Giugno 1946 al primo Referendum Istituzionale per scegliere tra Repubblica o Monarchia. Il voto avvenne a suffragio universale con una affluenza pari all’89% degli aventi diritto. Per la Repubblica si schierarono i partiti della sinistra; per la Monarchia si schierarono PRI e PLI; la Democrazia Cristiana lasciò la libertà di voto.

La campagna referendaria fu molto accesa. Votarono circa 25 milioni di italiani e alla fine a livello nazionale vinse la Repubblica con il 54,3% contro il 45,7% della Monarchia.

Nel Cilento, nel Vallo di Diano e negli Alburni, la situazione però fu diversa. In quasi tutti i comuni si affermò il voto a favore della monarchia, ad eccezion fatta di Albanella, Torchiara e Pisciotta dove si affermò, invece, la preferenza in direzione della Repubblica.

Il voto ricalcò la tendenza di tutta la provincia di Salerno dove 87.453 elettori preferirono la Repubblica contro i 264.721 a favore della monarchia. Ecco come andò il voto in ogni comune del territorio:

Il primo dato riguarda la preferenza per la Repubblica, il secondo per la Monarchia

Agropoli: 1.136 – 1.822

Albanella: 1.193 – 994

Alfano: 21 – 393

Altavilla Silentina: 628 – 1.696

Aquara: 395 – 1.151

Ascea: 615 – 956

Atena Lucana: 192 – 919

Auletta: 167 – 1.204

Bellosguardo: 132 – 898

Buccino: 684 – 2.191

Buonabitacolo: 141 – 1.087

Caggiano: 120 – 1.541

Camerota: 285 – 2.164

Campora: 121 – 376

Cannalonga: 173 – 353

Capaccio: 1.129 – 1.385

Casalbuono: 99 – 998

Casaletto Spartano: 191 – 749

Casal Velino: 133 – 1.749

Caselle in Pittari: 393 – 481

Castelcivita: 270 – 1.136

Castellabate: 406 – 2.561

Castelnuovo Cilento: 87 – 454

Celle di Bulgheria: 96 – 859

Centola: 154 – 1.695

Ceraso: 481 – 1.096

Cicerale: 113 – 995

Controne: 486 – 241

Corleto Monforte: 100 – 544

Cuccaro Vetere: 16 – 394

Felitto: 209 – 813

Futani: 185 – 500

Giffoni Valle Piana: 1.109 – 2.268

Gioi: 162 – 923

Giungano: 291 – 253

Ispani: 72 – 505

Laureana Cilento: 202 – 715

Laurino: 526 – 618

Laurito: 96 – 675

Lustra: 292 – 393

Magliano Vetere: 303 – 390

Moio della Civitella: 209 – 930

Montano Antilia: 188 – 1.105

Montecorice: 121 – 1.095

Monteforte Cilento: 155 – 297

Monte San Giacomo: 419 – 615

Montesano sulla Marcellana: 591 – 2.343

Morigerati: 123 – 421

Novi Velia: 93 – 443

Ogliastro Cilento: 285 – 1.120

Omignano: 227 – 323

Orria: 196 – 735

Ottati: 95 – 562

Padula: 642 – 2.074

Perdifumo: 105 – 1.090

Perito: 282 – 585

Pertosa: 150 – 305

Petina: 146 – 636

Piaggine: 674 – 853

Pisciotta: 1.617 – 216

Polla: 564 – 1.942

Pollica: 55 – 1.559

Postiglione: 533 – 599

Roccadaspide: 1.204 – 2.833

Roccagloriosa: 78 – 969

Rofrano: 73 – 1.099

Roscigno: 269 – 433

Rutino: 529 – 286

Sacco: 61 – 761

Sala Consilina: 616 – 3.572

Salento: 206 – 479

San Giovanni a Piro: 130 – 1.322

San Mauro Cilento: 24 – 645

San Mauro la Bruca: 69 – 627

San Pietro al Tanagro: 235 – 593

San Rufo: 100 – 908

Santa Marina: 91 – 957

Sant’Angelo a Fasanella: 386 – 493

Sant’Arsenio: 230 – 1.732

Sanza: 616 – 639

Sapri: 525 – 1.877

Sassano: 284 – 2.100

Serramezzana: 5 – 308

Serre: 352 – 1.190

Sessa Cilento: 107 – 1.072

Sicignano degli Alburni: 299 – 1.612

Stella Cilento: 222 – 552

Stio: 72 – 831

Teggiano: 440 – 3.499

Torchiara: 835 – 608

Torraca: 36 – 597

Torre Orsaia: 271 – 1.100

Tortorella: 34 – 427

Trentinara: 266 – 567

Valle dell’Angelo: 204 – 202

Vallo della Lucania: 557 – 2.553

Vibonati: 365 – 972

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Bruno Marinelli

Bruno Marinelli (nato a Roma, ma agropolese di famiglia).Trasferitosi stabilmente nel Cilento ne apprezza le peculiarità culturali e turistiche che la rendono una terra speciale. Appassionato di sport,cultura e politica. Ama molto leggere. E'il responsabile della redazione sportiva di Infocilento.

2 commenti

  1. Il referendum di 75 anni fa a Moio della Civitella si voto in modo diverso dalla vittoria dell’attuale REPUBBLICA (GRIDO 🗣 meno male) come quasi tutti i Comuni del CILENTO e della Provincia di Salerno, votando a favore della Monarchia.
    Su 1139 votanti a Moio della Civitella, di cui 209 (18,34 % a favore della Repubblica) e 930 (81,66 % a favore della Monarchia)
    …quanta ignoranza nel mio territorio allora (1946) …è oggi come la penseranno?? Mahh??
    Credo che molti dei miei compaesani la pensino uguale, come allora….solo che oggi non c’è una sorta di Monarchia, dove un personaggio (non residente a Moio della Civitella) è presente nella vita politica da almeno da almeno 25 anni, facendo solo gli interessi personali e familiari “tipo un RE 🤴 “ [i miei compaesani hanno capito benissimo a chi mi riferisco..]
    Vi ricordo, che siamo NOI POPOLO LIBERO e DEMOCRATICO ha scegliere il NOSTRO FUTURO o nostri RAPPRESENTI, non da considerarlo come un RE o un COMANDANTE… ma come un semplice cittadino pro-tempore x un periodo prescelto, che NON sarà il vostro suddito… ma un semplice servitore della comunità!!!
    Sapevatelo

  2. Salve Bruno Marinelli,

    Grazie per l’articolo, Le volevo far notare che manca il comune di Castel San Lorenzo.

    Saluti
    A.Perito