Addio a Carla Fracci: tenne a battesimo il cineteatro di Agropoli

Ospite al settembre culturale volle visitare il cineteatro allora in via di costruzione: "Il teatro è fondamentale, rende una città viva"

AGROPOLI. E’ morta a Milano Carla Fracci. Avrebbe compiuto 85 anni il prossimo 30 agosto. L’etoile della danza italiana era da tempo malata. Carla Fracci ha visitato più volte il Cilento. Ci si ricorda in particolare della sua visita ad Agropoli nel 2014.

La regina della danza era stata la prima ospite di quella edizione del “Settembre Culturale al Castello”. Arrivò accompagnata dal marito, il regista Peppe Menegatti, e dalla scrittore Paolo Maria Noseda.

Il giorno dopo la presentazione volle fortemente vedere da vicino il cineteatro Eduardo De Filippo, in via di completamento. Ad accompagnarla il sindaco Franco Alfieri e l’assessore all’identità culturale Francesco Crispino.

Carla Fracci ed il marito espressero il loro apprezzamento per la nuova opera. “Il teatro è fondamentale, rende viva una città – furono le parole di Carla Fracci – è bello vedere come ci siano luoghi dove si punta sulla cultura e si costruiscano teatri, importanti per la crescita di ogni comunità. Il cineteatro di Agropoli è molto bello”.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Ernesto Rocco

Inizia l'attività giornalistica nel 2003, collaborando con il mensile "Il Cilento Nuovo". Successivamente diventa addetto stampa dell'U.S.Agropoli 1921, ruolo che manterrà fino al 2013 e che tornerà a ricoprire negli anni successivi. Nel 2005, fonda il portale InfoAgropoli (divenuto poi InfoCilento), di cui è caporedattore. Dal 2012 è collaboratore de "Il Mattino" e dell'agenzia di stampa Mediapress. Si occupa dell'organizzazione e della gestione di uffici stampa con lo studio di comunicazione Qwerty. Conduce programmi radio e tv sui canali di InfoCilento ed è opinionista e corrispondente di alcune televisioni locali.