Piazzetta contesa ad Agropoli, la protesta va avanti: “Sindaco sia con noi”

Il 28 maggio una manifestazione di protesta

AGROPOLI. Si chiude la contesta sulla titolarità della pizzetta adiacente la porta di accesso al borgo antico. I privati, decisi a chiedere il riconoscimento della proprietà per usucapione, anche grazie alla mediazione di Vincenzo Pepe, presidente della Fondazione Vico, hanno deciso di fare un passo indietro.

Sembra così arrivare all’epilogo una vicenda che aveva sollevato un polverone, tanto da indurre i cittadini ad organizzare una protesta per il prossimo 28 maggio.

Proprio la “sommossa popolare” ha contribuito al dietrofront, anche se per il sindaco Coppola il risultato è arrivato grazie alla mediazione dell’Ente: «A chi ha questo atteggiamento di rivolta dico state tranquilli: anche col ragionamento si può arrivare ad un risultato», aveva detto, invitando poi i rivoltosi ad utilizzare per altri le proprie energie, anziché per questioni di «poca importanza».

I toni polemici del primo cittadino, però, sono serviti soltanto a riscaldare ulteriormente gli animi. «Ringraziamo il sindaco – dice l’attivista Alessandra Giulianoma la protesta non si cancella. La cittadinanza agropolese lo aspetta il 28 maggio per posizionare targa e arredi urbani dalla piazzetta e smantellare i cancelli abusivi».

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Ernesto Rocco

Inizia l'attività giornalistica nel 2003, collaborando con il mensile "Il Cilento Nuovo". Successivamente diventa addetto stampa dell'U.S.Agropoli 1921, ruolo che manterrà fino al 2013 e che tornerà a ricoprire negli anni successivi. Nel 2005, fonda il portale InfoAgropoli (divenuto poi InfoCilento), di cui è caporedattore. Dal 2012 è collaboratore de "Il Mattino" e dell'agenzia di stampa Mediapress. Si occupa dell'organizzazione e della gestione di uffici stampa con lo studio di comunicazione Qwerty. Conduce programmi radio e tv sui canali di InfoCilento ed è opinionista e corrispondente di alcune televisioni locali.