Arrivano i pediatri per le comunità di Cilento e Golfo di Policastro

Finiscono i disagi nelle comunità locali dovuti all'assenza di un pediatra. Ora l'Asl ha approvato le graduatorie

ROCCADASPIDE. Buone notizie per le comunità del Cilento interno, da tempo senza un pediatra di libera scelta. L’Asl Salerno, infatti, ha proceduto all’approvazione della graduatoria per l’assegnazione delle tre zone carenti straordinarie. Ad essere riconosciute tali l’area di Giffoni, quella di Capaccio – Roccadaspide e l’ambito di Sapri.

Una buona notizia per le comunità. Era in particolare quella afferente al distretto sanitario 69 a vivere più intensamente i disagi, viste anche le difficoltà di collegamento tra i centri del comprensorio.

Comunità del Cilento dal primo aprile senza pediatra

Erano 17 i comuni (circa 900 gli assistiti) che dallo scorso primo aprile si erano ritrovati senza un pediatra di libera scelta. Ciò a seguito della cessazione del rapporto con il medico che svolgeva il servizio sul territorio.

Un grave pregiudizio per le famiglie che aveva spinto il sindaco di Roccadaspide, Gabriele Iuliano, a sollecitare più volte l’Asl unica salernitana per la risoluzione del problema.

Con l’approvazione delle graduatorie i disagi si avviano a terminare. A breve, sia nel distretto di Capaccio – Roccadaspide che in quello di Sapri arriveranno i nuovi pediatri.

Nei giorni scorsi l’Asl Salerno aveva provveduto ad attivare l’istruttoria anche per il riconoscimento di una zona carente di pediatra nell’ambito di Vallo della Lucania che porterà alla nomina di un pediatra con obbligo di studio ad Ascea, Comune dove pure da tempo si registrano problemi per l’assistenza ai più piccoli.