Velia: un museo in una galleria dismessa. Codacons chiede chiarimenti

Il progetto prevede una spesa di 7 milioni di euro, l'associazione dei consumatori chiede chiarimenti al Ministero e al Direttore del Parco

Il Codacons Cilento scrive al Ministro dei Beni Culturali e al direttore del Parco Archeologico di Paestum – Velia per chiarimenti su un progetto di sette milioni di euro da investire in una galleria dismessa delle ferrovie dello stato, che si trova nel sito archeologico, per costituire il nucleo del museo di Velia

“Abbiamo appreso che esiste un progetto di sette milioni di euro da investire in una galleria dismessa delle ferrovie dello stato che si trova nel sito archeologico che dovrebbe  costituire il nucleo del museo di Velia – spiega Bartolomeo Lanzara, presidente del Codacons Cilento – Considerata l’importanza e consistenza del finanziamento e su richiesta di tanti cittadini ho richiesto chiarimenti in merito al progetto per capire meglio di cosa si tratta. Per questo ho chiesto chiarimenti al ministero competente e al nuovo responsabile del Parco Archeologico ”

“Il sito archeologico di Elea – Velia è sito dell’ UNESCO ed un grande attrattore del Cilento per cui va difeso e protetto – continua Lanzara – le operazione di scavo, negli anni, hanno portato alla luce molti reperti conservati in casse in una galleria dismessa delle ferrovie dello stato per mancanza di spazi espositivi. Per questo ho chiesto una relazione dettagliata del progetto e le misure di sicurezza che sono state prese, in questi anni, per la custodia e integrità della conservazione dei reperti”.

“Riteniamo che sette milioni di euro siano un finanziamento importante per Velia che deve essere utilizzato nel modo migliore”, conclude il presidente del Codacons.

Ti potrebbe interessare anche