Pegaso Agropoli
Pegaso Agropoli
HomeLocalitàCilentoAgropoli, Botticchio accusa: Unione Comuni carrozzone politico

Agropoli, Botticchio accusa: Unione Comuni carrozzone politico

AGROPOLI. C’è stata anche l’Unione dei Comuni tra i temi trattati dall’ultimo consiglio comunale, passato alle cronache per le accuse da parte del sindaco Coppola ad Angelo Vassallo. Un’interrogazione del consigliere Gisella Botticchio ha messo a nudo una serie di criticità che a suo avviso fa registrare l’Ente che non ha esitato a definire un “carrozzone politico”.

L’esponente della Lega ha ritenuto inopportuna la presenza dei grandi comuni nell’Unione, facendo riferimento ad Agropoli e a Capaccio Paestum.

“Nel 2004 – ha esordito il consigliere comunale – sono stata consigliera a Prignano Cilento e votai la nascita dell’Unione. Inizialmente aderirono anche Torchiara, Lustra e Rutino perché serviva ad unire i comuni piccoli, spesso al di sotto dei mille abitanti”.
“L’associarsi – ha proseguito – era utile ad ottenere i finanziamenti per i progetti. Ma Agropoli cosa c’entra?“.

Botticchio ha evidenziato come le delibere di questo Ente facciano emergere non poche perplessità: “Si punta solo a creare un carrozzone dove passano assunzioni e vengono date ore a chi ha già uno stipendio, ma la città non ne ha avuto alcun beneficio”.

Pronta la replica del sindaco Adamo Coppola che non risparmia accuse: “l’unico suo intento è gettare discredito per portare acqua al suo partito. Ormai è chiaro a tutti che la cooperazione tra enti è fondamentale, un sindaco da solo non va da nessuna parte”.

Per il primo cittadino di Agropoli, quindi, “se i territori non sono cooperativi raggiungono lentamente gli obiettivi e certe volte non ce la fanno nemmeno”. “Agropoli può essere una perla ma da sola non va da nessuna parte“, ha concluso Coppola.

Gennaro Maiorano
Laureato in ingegneria si occupa di giornalismo dal 2013. Appassionato del Cilento e della sua natura si occupa principalmente di tematiche legate all'ambiente.
Maffei

Membership