Depurazione: 9 milioni per tre comuni di Cilento e Alburni

Importanti interventi finanziati per Casal Velino, Castellabate e Postiglione

Nella sede istituzionale dell’Ente Idrico Campano sono state siglate ieri delle convenzioni per importanti interventi relativi al Servizio Idrico Integrato nell’ambito di un accordo sottoscritto tra Ministero dell’Ambiente, Commissario Straordinario Unico per la Depurazione, Regione Campania ed Ente Idrico Campano.

Novità importanti anche per il comprensorio di Cilento e Alburni. Presenti, per il territorio, il presidente di Consac Gennaro Maione e il sindaco di Postiglione Mario Pepe.

Fondi per la depurazione: le risorse per Cilento e Alburni

Il comune alburnino avrà la possibilità di veder realizzati gli interventi di efficientamento e riqualificazione della rete fognaria e degli impianti di depurazione. L’investimento è di circa 1,1 milioni di euro.

Le opere a Casal Velino e Castellabate

Casal Velino e Castellabate, per il tramite della Consac potranno contare su interventi fondamentali per il territorio.

Nel primo caso prevista una spesa di 1,5 milioni per la rete fognante e l’adeguamento dell’impianto di depurazione. E’ di 6,6 milioni, invece, il costo delle opere previste per Castellabate. Queste porteranno al completamento e rifunzionalizzazione della rete fognaria comunale e di collettamento.

«Gli interventi inseriti nelle convenzioni firmate oggi liberano investimenti per un totale di circa 29 milioni di euro». Così il Presidente dell’EIC Luca Mascolo sulle intese siglate ieri nell’ambito di progetti per reti idriche e di depurazione. «La firma di altre 10 convenzioni è una dimostrazione dell’impegno concreto di questo Ente per superare ritardi decennali. La tanto auspicata uscita dalla procedura di infrazione europea si costruisce così, passo dopo passo e con la consapevolezza che gli sforzi messi in campo per raggiungere questo obiettivo, saranno premiati», conclude.