Cilento: calano canoni di locazione, Castellabate la località più cara

I dati del gruppo Tecnocasa rivelano i costi dei canoni di locazione sul territorio

Calano i canoni di locazione. Un dato che si avverte in tutta Italia e, come confermano gli studi di Tecnocasa, anche nel comprensorio cilentano. La media è di -0,2% per i monolocali, -0,9% per i bilocali e i trilocali. I ribassi più importanti si sono avuti nelle città che ospitano universitari o nei centri turistici.
Nei capoluoghi di provincia, al contrario, si segnala un incremento dei canoni di locazione di bilocali (+0,3%) e di trilocali (+0,7%). In queste realtà la domanda è sostenuta e l’offerta, talvolta, non sufficiente.

blank

Canoni di locazione, la situazione nel Cilento

Nel Cilento pure si è registrato un minimo calo dei prezzi; si va dai 130 euro per un monolocale ad Ispani, ai 550 euro per un trilocale con vista mare a Castellabate.

I prezzi hanno diverse variabili: ad Agropoli, ad esempio, un locale in centro varia dai 275 euro di un monolocale ai 450 euro di un trilocale. Prezzo più contenuti in periferia, dai 200 ai 300 euro.

A Castellabate i prezzi più alti: lungo la fascia mare un trilocale costa in media 550 euro; un monolocale 300; il canone cala di 50 euro se si va in periferia.

Nell’area del Golfo di Policastro i canoni si abbassano ulteriormente: ad Ispani un monolocale in periferia varia da 100 a 130 euro; un bilocale da 150 a 180 euro; un trilocale 250 euro. Tariffe simili a Policastro Bussentino e Vibonati. Un primo aumento si regista a Scario dove un trilocale può costare fino a 350 euro. In centro a Sapri, invece, si arriva a pagare 400 euro.

@Riproduzione riservata
Continua a leggere
Continua dopo la pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbero interessare

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it