Zona arancione, Confesercenti Sapri chiede ritiro ordinanza

La Presidente della Confesercenti Sapri, Avv. Gina Molinaro,  dopo l’ordinanza regionale n. 98 del 19 dicembre 2020, con cui si è dichiarata zona arancione la Campania  e non più gialla come previsto, si unisce alla voce di protesta della Presidenza Confesercenti regionale Campania per contestare   il dietrofront tra Governo e Regione sullo status dei nostri territori.

blank

La Presidente dichiara:”Tale decisione ha creato indignazione per i tempi e  le modalità con cui è arrivata, provocando confusione generale e danni economici alle aziende legate al food.” 

La numero uno Confesercenti Sapri rassicura: “Siamo sempre pronti a tutelare i nostri associati,  con azioni tempestive, infatti si è appena tenuto  un incontro tra il Presidente Regionale di Confesercenti Campania,  e il Prefetto al quale  è stato manifestato il nostro disappunto per le restrizioni inaccettabili per ristoranti e bar. Le nostre proposte sono di dare un indennizzo immediato alle attività che  a causa di questa ordinanza hanno sostenuto spese e che non potranno recuperare, oltre a sostegni economici consistenti al pari degli altri Stati europei per le attività che non potranno riaprire”.

Nelle prossime ore la Presidenza della Confesercenti incontrerà il Governatore De Luca per avere risposte  e richiedere sostegni economici immediati ed adeguati, diversamente si  valutaranno azioni  a tutela delle imprese danneggiate.

@Riproduzione riservata
Continua a leggere
Continua dopo la pubblicità

Comunicato Stampa

Questo articolo non è stato elaborato dalla redazione di InfoCilento. Si tratta di un comunicato stampa pubblicato integralmente.

Ti potrebbero interessare

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it