Maltempo: Sapri chiede riconoscimento dello stato di calamità

Dopo l'ondata di maltempo dello scorso 3 dicembre il Comune chiede la dichiarazione dello stato di calamità naturale

SAPRI. Il Comune farà richiesta di riconoscimento dello stato di calamità naturale.
E’ quanto ha deciso la giunta comunale, guidata dal sindaco Antonio Gentile, in seguito ai danni registrati sul territorio con il maltempo dello scorso 3 dicembre.
In quell’occasione le condizioni metereologiche avverse determinarono non pochi problemi al patrimonio pubblico e privato.

“Il territorio comunale è stato interessato da eventi atmosferici di straordinaria portata – spiegano da palazzo di città – a causa delle abbondanti precipitazioni si sono verificati allagamenti causati dell’esondazione di vari canali che hanno trasportato con violenza acqua, fango e detriti, causando allagamenti ai garage, alle abitazioni residenziali, alle attività commerciali e artigianali presenti sulle aree. Contemporaneamente una mareggiata, anche se di lieve intensità ha interessato l’area costiera con ostruzioni dei canali di scolo”.

Non manacano tutt’ora situazioni ad alto rischio: “Sono state emesse ordinanze di sgombero per nuclei familiari, le cui abitazioni permangono in situazione di alto rischio a causa di smottamenti e frane varie, che a causa dei danni subiti e della loro ubicazione non possono essere rese agibili ad uso residenziale”.

Alla luce di ciò arriva la richiesta di riconoscimento dello stato di calamità naturale, trasmessa alle autorità regionali, provinciali e al Governo.

CONTINUA A LEGGERE
blank

Ti potrebbero interessare

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it