Camerota: rinnova la convenzione con l’Università di Siena

L'accordo con l'ateneo è per la valorizzazione dei siti archeologici all'interno del territorio comunale

Il Comune di Camerota, retto da Mario Salvatore Scarpitta, ha rinnovato la sua convenzione con l’Università di Siena. Un’intesa che prosegue, dunque, rispondendo al duplice obiettivo della valorizzazione dei siti archeologici all’interno del territorio e della collaborazione ai progetti di studio finalizzati anche a tesi di laurea, borse di dottorato di ricerca ed assegni di ricerca con la possibilità di organizzare eventi formativi, si spera nel prossimo anno in presenza, nonchè di seminari riguardo le attività congiunte.

In questo modo, l’Ente punta a rinvigorire un turismo che non sia solo di natura balneare, ma legato anche alla cultura e alla valorizzazione dei beni presenti.

A questa strategia collabora anche il DSFTA dell’università toscana –Dipartimento Scienze fisiche, della Terra e dell’ambiente, che va avanti da oltre 50 anni per le attività di scavo, ricerca, studio e conservazione dei siti preistorici presenti.

L’Università di Siena è impegnata sul territorio in particolare in attività di ricerca e scavo nelle grotte preistoriche.

Continua a leggere su InfoCilento.it


CONTINUA A LEGGERE
blank

Bruno Marinelli

Bruno Marinelli (nato a Roma, ma agropolese di famiglia).Trasferitosi stabilmente nel Cilento ne apprezza le peculiarità culturali e turistiche che la rendono una terra speciale. Appassionato di sport,cultura e politica. Ama molto leggere. E'il responsabile della redazione sportiva di Infocilento.

Hai Ad Block Attivo

InfoCilento.it è un porale gratuito e si mantiene grazie alla pubblicità. Non adottiamo alcuna forma di pubblicità invasiva, fastidiosa o pericolosa. Per questo se vuoi continuare a usufruire dei servizi di InfoCilento.it disattiva AdBlock per questo sito. Per farlo clicca con il pulsante destro del mouse sull'icona di AdBlock e seleziona "Sospendi su questo sito". In questo modo potrai continuare a visitare InfoCilento.it e accedere a tutti i suoi contenuti. Grazie!