Serie D/I: suggestiva trasferta a Messina per la Gelbison

Con l'ACR cilentani a caccia dei primi tre punti fuori casa

Ripartire dalla mole di occasioni create alla ripresa con il Sant’Agata e sbloccare, alla voce punti in trasferta, lo zero: questo l’obiettivo della Gelbison che domenica 6 dicembre è impegnato nel recupero del ”Franco Scoglio” con l’ACR Messina. La truppa di Ferazzoli vuole risalire la china di una classifica assai bugiarda se andiamo a vedere le prestazioni, ma come il tecnico romano a più riprese ha analizzato gli applausi a fine partita non bastano, bisogna portare a casa i punti. Dal match di domenica sono arrivate un paio di conferme non da poco: il ritorno al gol di Tedesco e la prestazione, per quanto in certi versi sciupona, di Coulibaly, giocatore che appare fuori categoria per prestanza fisica e velocità: il gol rossoblu contro il Sant’Agata è stata letteralmente una sua invenzione. Una buona notizia per il sodalizio caro al presidente Puglisi che potrà godersi anche del rientro del capitano Uliano dopo la squalifica.

Ed è stato proprio il ventunenne maliano a presentare la sfida alla truppa di Raffaele Novelli, nell’intervista rilasciata all’ufficio stampa cilentano: ”Sappiamo l’importanza della partita di domenica, affrontiamo una grande squadra. Noi dobbiamo continuare a lavorare bene durante la settimana. Abbiamo sprecato molto? Il calcio purtroppo è questo, dobbiamo impegnarci di più ed essere tutta la squadra determinata per ottenere i tre punti. Noi giocatori siamo pronti per affrontare nel migliore dei modi il match. Sono contento di essere qui in Italia, anche la città è tranquilla e ci permette di lavorare bene. Mi trovo bene anche con il mister, è uno che ci fa rendere al meglio: sono convinto che raccoglieremo il frutto del nostro lavoro”.

I siciliani precedono la Gelbison di due punti in graduatoria, stazionando a quota 8 a pari merito con il Castrovillari. Attenzione perchè questa squadra in casa, eccetto il derby, ha vinto tutte le partite, battendo anche la corazzata Acireale. D’altronde parliamo di una società che è quella più antica della città peloritana con 120 anni di storia dato che nel 2019 ha acquisito lo storico marchio (ACR sta per Associazioni Calcio Riunite) e l’organico è di tutto rispetto con giocatori di categoria. Portiere under, solitamente Lai, la coppia difensiva al centro è simile a quella di domenica scorsa del Sant’Agata, ossia abbastanza esperta nel campionato di Serie D, vantando nomi quali Sabatino e Lomasto, giocatore napoletano che può schierarsi anche a destra, l’anno scorso ha vinto il girone H con il Bitonto, anche se poi la promozione fu revocata per le note vicende che conosciamo. Dai neroverdi è arrivato anche Raffaele Vacca, uno di quei centrocampisti che dà del tu al pallone, e c’è anche un importante ex Agropoli: Mimmo Aliperta, che ha la classe adatta alla categoria, nonchè l’abilità che serve sui calci piazzati ed in gol nell’ultima partitella in allenamento, così come Ciro Foggia che di reti già ne ha messe dentro 3 in questo campionato, miglior marcatore della squadra (doppietta alla Cittanovese e gol all’Acireale), ex Casarano, tra le altre, per il giocatore assistito da Claudio Parlato. lo stesso di giocatori come Russotto e Zito che militano nei professionisti.

Contro i siciliani, anche in questa circostanza, non si dovrebbe variare dal 4-3-3, marchio di fabbrica ferazzoliano. Davanti a D’Agostino, sarà ancora Mautone a guidare la difesa con De Gregorio e De Foglio sugli esterni. A centrocampo Uliano tornerà a farsi sentire in cabina di regia ed è un recupero importante, specialmente sui calci piazzati, con Graziani ancora una volta confermato come under a fianco a lui. Le tre punte dovrebbero essere ancora una volta Coulibaly, Tedesco e Gagliardi: proprio dal cosentino, classe ‘ 93 ci si aspetta qualcosa in più, finora una sola realizzazione, anche se decisiva, alla prima giornata nel derby contro il Santa Maria. Si gioca domenica 6 dicembre alle 14,30. Arbitrerà il signor Sicurello di Seregno,alla sua quarta designazione stagionale in CAN D (prima nel girone I), i suoi assistenti saranno Barcherini di Terni e Brunozzi di Foligno.

Continua a leggere su InfoCilento.it


CONTINUA A LEGGERE
blank

Bruno Marinelli

Bruno Marinelli (nato a Roma, ma agropolese di famiglia).Trasferitosi stabilmente nel Cilento ne apprezza le peculiarità culturali e turistiche che la rendono una terra speciale. Appassionato di sport,cultura e politica. Ama molto leggere. E'il responsabile della redazione sportiva di Infocilento.

Hai Ad Block Attivo

InfoCilento.it è un porale gratuito e si mantiene grazie alla pubblicità. Non adottiamo alcuna forma di pubblicità invasiva, fastidiosa o pericolosa. Per questo se vuoi continuare a usufruire dei servizi di InfoCilento.it disattiva AdBlock per questo sito. Per farlo clicca con il pulsante destro del mouse sull'icona di AdBlock e seleziona "Sospendi su questo sito". In questo modo potrai continuare a visitare InfoCilento.it e accedere a tutti i suoi contenuti. Grazie!