Alla scoperta dei termini cilentani: Purtuàllo

Uno dei frutti privilegiati nel periodo invernale, ricco di vitamina C e che contribuisce a rafforzare il sistema immunitario, è il cosiddetto “purtuàllo”.
Il termine dialettale “purtuàllo”, usato nel Cilento ma anche in molti paesi del Sud Italia, significa “arancia”. A questa parola dialettale vengono attribuite varie origini.

L’ipotesi più accreditata è quella che vede il termine “purtuàllo” discendere dal greco. Infatti, in greco l’arancia è detta “πορτοκάλι” (portocáli). Anche in Albania una torta all’arancia viene denominata proprio “portokalopita”.

Altre origini, considerate meno plausibili, sono legate al periodo della dominazione spagnola a Napoli. Si diceva che i dominatori spagnoli comprassero le arance dai portoghesi e così il frutto era chiamato tale dal Portogallo. Un’altra ipotesi fantasiosa è che il termine “purtuàllo” derivi dal termine italiano “portuale”, perché le arance arrivavano a Napoli attraverso le navi che venivano appunto fermate al porto.

Trova e suggerisci la tua parola in dialetto sulla pagina Instagram di InfoCilento

Continua a leggere su InfoCilento.it


CONTINUA A LEGGERE
blank

Un commento

Hai Ad Block Attivo

InfoCilento.it è un porale gratuito e si mantiene grazie alla pubblicità. Non adottiamo alcuna forma di pubblicità invasiva, fastidiosa o pericolosa. Per questo se vuoi continuare a usufruire dei servizi di InfoCilento.it disattiva AdBlock per questo sito. Per farlo clicca con il pulsante destro del mouse sull'icona di AdBlock e seleziona "Sospendi su questo sito". In questo modo potrai continuare a visitare InfoCilento.it e accedere a tutti i suoi contenuti. Grazie!