Approfondimenti

Come realizzare un angolo bar in casa propria

Portare a domicilio i piaceri che di solito ci si concede all’esterno sembra essere la nuova idea di lusso. Il bello è che si può raggiungere anche con una spesa minima

Nell’intimità della propria casa è sempre più frequente ritagliare lo spazio per concedersi di coltivare le proprie passioni. Con spese alla portata di una grossa fetta di acquirenti è possibile realizzare di tutto, dall’angolo per curare i propri hobby e la creatività, fino alle micro spa per una o due persone.

L’angolo bar in casa si allinea perfettamente a questo tipo di soluzione che consente di coltivare la propria passione per il buon vino o un distillato perfettamente invecchiato, ma nell’intimità della propria abitazione.

Progettare l’angolo bar con cura

Per arredare una parte della casa per coccolare le proprie passioni è bene prestare attenzione ai dettagli per non lasciare troppo al caso. Una buona progettazione consente di dare il giusto risalto alla propria collezione di bottiglie, avere a disposizione i calici adatti ma anche lo spazio nascosto da ante dove conservare gli accessori utili. Chi ama gustare vino di un certo pregio ha una ricca collezione di elementi utili a esaltarne il gusto e il piacevole frutto dell’attesa durante l’invecchiamento delle bottiglie.

Le cantinette rappresentano un passaggio obbligato per chi vive in appartamento e non ha a disposizione un vero seminterrato a temperatura sempre costante. Ne esistono diverse e tutte di dimensioni e capienza variabile, così da poter prevedere di aggiungerne altre man mano che la propria collezione acquisisce nuovi pezzi di valore.

Una cattiva conservazione del vino ne altera le caratteristiche organolettiche rendendolo imbevibile e una vera delusione dopo così tanta attesa. È un pregiudizio infondato pensare che solo i vini bianchi richiedano questo tipo di protezione. Anche i rossi più corposi hanno bisogno di essere protetti dall’azione dei raggi del sole diretti, gli sbalzi di temperatura e di umidità nell’ambiente.

Allestire lo spazio per il relax

Uno dei motivi per cui l’alcol ha così tanti estimatori è la sua capacità di inebriare e rilassare chi lo beve. La leggera intossicazione che provoca l’alcol, nelle giuste dosi, rappresenta un piacevole momento di distacco dalle preoccupazioni del presente. Per rilassarsi a dovere è bene pensare anche agli elementi accessori che devono ruotare intorno a una buona postazione bar in casa.

Per degustare al meglio un buon vino, un cocktail o un distillato, è bene poter contare sulla giusta compagnia. Per questo motivo, l’angolo bar dovrà anche essere accogliente e offrire le sedute dove accomodarsi e rilassarsi senza l’incomodo delle preoccupazioni che fanno da sottofondo alle giornate più impegnative.

I bicchieri dovranno essere facilmente accessibili, ma anche riposti al riparo dalla polvere e dalla sporcizia per essere subito pronti all’uso in ogni momento. Non sono tutti uguali, questo è certo. Il vino richiede quelli a calice che diventano flute per i vini mossi e allegri, come lo spumante o quelli più giovani delle vendemmie appena concluse.

Gli accessori immancabili

Ci sono diversi articoli che si possono usare per completare la propria dotazione di accessori per il perfetto angolo bar. Per esempio non si può immaginare una cantina di ottimi vini senza il giusto cavatappi da sommelier. Questa scelta obbligata rende anche più facile rimuovere il tappo senza rischiare di romperlo rovinando il vino.

La rastrelliera per i bicchieri è un altro elemento che fa subito bar, anche se, allo stesso tempo, moltiplica in casa le superfici da spolverare. I veri habitué non lasceranno passare troppo tempo tra una degustazione e l’altra, così da dare il giusto impiego ai diversi calici. Se si è in tanti è possibile usare gli accessori per personalizzare il bicchiere ed evitare di confonderlo con quello dei compagni di bevute.

Come fare se in casa non c’è spazio

Il vecchio carrello, un po’ vintage, è sempre la scelta ottimale per allestire in pochissimo spazio un angolo bar che si rispetti. Dovendo selezionare le bottiglie da esporre, si potranno preferire quelle con il miglior effetto scenico, insieme a quelle che meglio si prestano per allestire un aperitivo o un dopocena di qualità.

Il vantaggio del carrello è di poter essere spostato al bisogno. Quindi è il più adatto a realizzare separatamente la zona relax e quella dove conservare il necessario per la degustazione.

Chi ha un terrazzino potrebbe cercare il modo di rivalutare lo spazio all’aperto e godere del piacere di sorseggiare un drink stando al fresco. Basta poco per concedersi un lusso, specie da quando abbiamo riscoperto che il tempo da dedicare alle relazioni è tra i beni più preziosi.

@Riproduzione riservata
Continua a leggere
Continua dopo la pubblicità

Redazione Infocilento

La redazione di InfoCilento è composta da circa trenta redattori e corrispondenti da ogni area del Cilento e Vallo di Diano. E' questa la vera forza del portale che cerca, sempre con professionalità, di informare gli utenti in tempo reale su tutto ciò che accade sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbero interessare

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it