CalcioSerie BSport

Salernitana: pari all’esordio all’Arechi contro la Reggina

Salernitana e Reggina si sono sfidate per la prima giornata di Serie B all'Arechi. Dopo un primo tempo bloccato emozioni e reti nel finale di partita.

E’ partito il campionato in Serie B, che oggi ha visto debuttare Salernitana e Reggina. Allo stadio Arechi granata e amaranto si sono sfidati per i primi tre punti in palio della nuova stagione. Termina 1-1 con reti nel finale di Menez e Casasola. La gara tra la squadra di Castori e quella di Toscano si è disputata a porte chiuse, per le restrizione sulla diffusione della pandemia. La Salernitana parte dal primo minuto con Belec tra i pali. Veseli, Aya e Lopez nei tre di difesa, con Casasola e Curcio a presidio dei binari esterni. La mediana, rabberciata tra squalifiche e infortuni vede Kupisz, Schiavone e Cicerelli a supporto del tandem offensivo composto da Tutino e Djuric.

Salernitana- Reggina: il primo tempo

La prima occasione della sfida è di marca granata: Kupsiz, al quinto, impegna Plizzari, estremo difensore degli ospiti. Dopo una partenza sprint della Salernitana la Reggina prende le giuste misure, concedendo poco a Tutino e compagni. Menez, per i calcabresi, prova ad illuminare la manovra reggina ma è Djuric, al trentaduesimo, ad impegnare ancora Plizzari, attento nella chiusura in corner. Prima di rientrare negli spogliatoi ospiti pericolosi con Denis, che da posizione invitante, non è coordinato a dovere per angolare in maniera precisa la sfera.

La ripresa

Il copione non cambia in avvio di seconda frazione, avara di emozioni nella parte iniziale. Al quarto d’ora la Reggina invoca il rigore per contatto dubbio su Denis ma il direttore di gara, Michael Fabbri di Ravenna, lascia correre. Nei secondi quarantacinque minuti la Reggina cresce e il solito Denis, al giro di lancette numero 22, di testa mette sopra la traversa sprecando una buona occasione. La Salernitana, che si aggrappa all’estro di Tutino, si rende pericolosa al minuto ventisei: Djuric, dall’altezza del rigore, manca l’aggancio con la sfera a pochi passi da Plizzari, mancando cosi il potenziale vantaggio.

Il finale infiammato della sfida dell’Arechi

Quando la gara sembrava destinata ad un pari senza reti arriva la rete ospite. Menez, a otto dalla fine, salta in bello stile due difensori granata prima di bucare Belec. La Salernitana non accusa il colpo trovando, sessanta secondi dopo, prontamente il pari. Casasola, con un traversone insidioso beffa Plizzari per la rete dell’uno ad uno. All’ottantottesimo Gondo, da poco in campo al posto di Djuric, manca di poco il colpo del sorpasso tirando alto da posizione ravvicinata. Anche la Reggina ha la sua opportunità in extremis: Menez, su piazzato, dopo la deviazione della barriera, vede la sua battuta lambire il palo. Nel recupero è Tutino, dopo un’uscita rivedibile di Plizzari, a non trovare l’impatto giusto con il pallone a porta praticamente vuota. La prima gara di Serie B delel due squadre termina, cosi, per 1-1.

@Riproduzione riservata
Continua a leggere
Continua dopo la pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbero interessare

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it