AttualitàCilento

Vallo della Lucania ricorda le vittime del bombardamento del ’43

Il 15 settembre del '43 morirono 17 persone e 5 rimasero ferite

Domani 15 settembre 2020 alle ore 9:00 il Sindaco del Comune di Vallo della Lucania, Antonio Aloia il Presidente della locale Sezione dell’Associazione Nazionale dei Mutilati ed Invalidi di Guerra (ANMIG) ed una rappresentanza dei giovani dell’Associazione “L’Altra Palestra” commemoreranno i tragici eventi del 15 settembre 1943 posando un fascio di fiori ai piedi del Monumento ai Caduti in piazza Vittorio Emanuele II, davanti alla lapide che riporta i nomi delle vittime delle bombe esplose nei rioni Spio e Cattedrale.

“Questo gesto rappresenta il primo passaggio di una più ampia collaborazione tra Comune, ANMIG e L’Altra Palestra che culminerà con la solenne posa di due cippi commemorativi, l’uno in Largo Spio, l’altro in piazza Cattedrale attualmente in corso di realizzazione da parte di una artista locale”, fanno sapere da palazzo di città.

La città di Vallo, intorno all’ora di mezzogiorno di quel 15 settembre 1943, fu colpita da una incursione aerea, un avvenimento che lascia attonita la comunità da leggere nello scenario dell’Operazione Avalanche, lo sbarco nella Piana del Sele. Furono colpite in particolare le zone dello Spio e di San Pantaleone; 17 persone morirono e 5 furono i feriti. Inoltre vennero distrutte anche delle abitazioni.

Continua a leggere
Continua dopo la pubblicità

Redazione Infocilento

La redazione di InfoCilento è composta da circa trenta redattori e corrispondenti da ogni area del Cilento e Vallo di Diano. E' questa la vera forza del portale che cerca, sempre con professionalità, di informare gli utenti in tempo reale su tutto ciò che accade sul territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbero interessare

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it