AttualitàCilento

Buondormire “invaso” nonostante i divieti

Ufficialmente interdetta all'accesso e alla balneazione, la spiaggia del Buondormire continua ad essere sovraffollata

CENTOLA. Interdetta ai bagnanti ma solo sulla carta perché la spiaggia del Buondormire continua ad essere affollata da persone che la raggiungono a bordo di barche, canoe o pedalò. Una situazione che sta creando non poco malcontento considerato che la Baia è uno dei simboli di Palinuro, un luogo suggestivo incastonato tra l’azzurro del mare e il verde della macchia mediterranea dove fino allo scorso anno si poteva trascorrere qualche ora in pieno relax. Oggi, invece, domina l’anarchia con la spiaggetta che spesso si presenta sovraffollata e caratterizzata da musica alta e baccano.

Baia del Buondormire: l’ordinanza di chiusura

Eppure nei giorni scorsi il sindaco Carmelo Stanziola aveva disposto l’interdizione dell’area: il costone roccioso che la circonda, infatti, risulta pericolante. Di qui l’invito ai proprietari a metterlo in sicurezza e al contempo il divieto di accesso in attesa che la baia potesse essere frequentata in sicurezza. I controlli, però, non possono essere costanti né da parte del Comune né da parte della Capitaneria di porto che ha un vasto territorio da monitorare.

L’invasione della Baia

E così c’è chi ne approfitta per “invadere” la spiaggia del Buondormire. Sui social le immagini che ritraggono i bagnanti e i diportisti stanno causando non pochi malumori e c’è chi chiede interventi immediati per tutelare la baia e garantire che vengano rispettate le regole sia sulla sicurezza che sull’emergenza covid.

Al contempo la speranza è che la zona venga messa in sicurezza e se ne assicuri, così come avveniva fino allo scorso anno, una fruizione disciplinata. Palinuro non vuole perdere un altro simbolo come già accaduto per l’Arco Naturale per il quale, però, a breve potrebbero prendere il via i lavori di sistemazione.

@Riproduzione riservata
Continua a leggere
Continua dopo la pubblicità

Luisa Monaco

Appassionata di fotografia, studia all'accademia delle arti. Ama scrivere e disegnare, segue la politica e la cronaca del suo territorio.

2 commenti

  1. Ah, c’è caos perché c’è il divieto… se non ci fosse il divieto i bagnanti starebbero tutti in silenzio!
    Ma chi è quel deficiente che scrive sta roba?

  2. Uru ma dove hai letto che siccome c’è il divieto c’è il caos? Bisogna prima imparare a leggere e comprendere, comunque avviso e cronaca che la spiaggia anche se interdetta è comunque trafficcata, cosa la quale non dovrebbe succedere. Visto che il pericolo di caduta e visto il periodo Covid dovrebbe essere tutelata la salute. Purtroppo per certe persone non è cosi e mettono a rischio se stessi e gli altri.
    Il rischio è reale ed è importante percepirlo e non fare i saccenti.
    L’altro giorno passeggiando per il paese fuori dai locali praticamente nessuno con la mascherina , tutti uno vicino l’altro …. se questo è usare il cervello , perciò è bene ricordare perchè si dimentica troppo facilmente il rischio che corre non solo Palinuro , questo è un problema generale dell’Italia.

Ti potrebbero interessare

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it