CilentoCronacaIn Primo Piano

Agropoli, furti nelle auto in sosta lungo il litorale: lettera aperta a sindaco e carabinieri

"È inspiegabile come le SSLL non assumano consapevolezza di questa ripetuta serie di reati che avvengono periodicamente"

Una lettera aperta al Comandante della Stazione carabinieri di Agropoli e al Sindaco del Comune di Agropoli per chiedere interventi finalizzati a frenare i tanti furti che si registrano, in particolare durante la stagione estiva, ai danni delle auto in sosta lungo il litorale.
A scriverla Aldo Carrato, giudice della Corte di Cassazione, anche lui vittima di un furto nei pressi della Baia di Trentova.

Ecco il testo della missiva:

Ho appreso stamane dalla vostra testata (che consulto ogni giorno) dell’ennesimo episodio di furto con violenza su un’automobile ( punibile ai sensi dell’art. 625 co) e ho letto del senso di sgomento e di rabbia della vittima. Sono Aldo Carrato, magistrato ma ancor prima cittadino di Agropoli . Mi rivolgo alle SSLL per sensibilizzarle su tali fatti che sistematicamente si verificano lungo la strada per Trentova nelle aree di sosta che vi si trovano, tenendo presente che vengono consumati quasi sempre con le stesse modalità ( il che fa presumere che di essi possano essere autori i medesimi criminali).

È inspiegabile come le SSLL non assumano consapevolezza di questa ripetuta serie di reati che avvengono periodicamente lungo il predetto tratto stradale e che, oltre ai danni materiali (spesso notevoli), provocano un contraccolpo psicologico grave in chi li subisce e offrono un’immagine della nostra ridente cittadina insicura e insensibile, soprattutto nei confronti dei tanti turisti che la frequentano. Ho svolto le funzioni di pretore per tanti anni e vi posso assicurare che ho sempre trattato i processi per furto sempre con attenzione immedesimandomi nell’animo delle vittime, che non poche volte hanno dimostrato un senso di preoccupazione e di sfiducia. Io stesso sono stato vittima di un reato di tal genere lungo la stessa strada e con le medesime modalità di esecuzione. Ho però constatato ( come anche la mia vicina di casa), all’atto della pronta presentazione della denuncia, che la vicenda e’ stata vissuta dal ricevente come un fatto di “routine”, quasi come se tali furti costituissero un fatto notorio e che i cittadini avrebbero dovuto evitare di recarsi in quel luogo con il proprio veicolo (NB il furto a mio danno è avvenuto in pieno giorno, alle 14, dopo essermi allontanato dall’autovettura per soli 10 minuti, chiudendola).

All’atto della constatazione del furto ( con vetri rotti e asportazione degli oggetti che si trovavano al suo interno) ho provato incredulità, rabbia e disagio psichico. So che tante altre vittime hanno avuto la stessa reazione. Dopo la denuncia da parte di mia moglie (che era con me) non ho ricevuto alcun riscontro circa le indagini effettuate ( ma mi piacerebbe, ancor prima, sapere se sono state disposte) e sono stato invitato io stesso, subito dopo la denuncia, a riportarmi sul posto per verificare se gli oggetti fossero stati gettati sul ciglio della strada ( cosa che ho fatto per spirito di collaborazione, ma senza alcun esito)! Ecco mi sembra che questi avvenimenti delittuosi ( il furto lo è come tanti altri reati), consumati sistematicamente e con modalità ricorrenti, non abbiano destato la vostra necessaria sensibilità istituzionale, posto che continuano a verificarsi da molto tempo. Vi chiedo, perciò, ognuno secondo il proprio ruolo, di adottare le indispensabili misure preventive e repressive affinché questi gravi fatti non abbiano più a ripetersi per la tutela effettiva della sicurezza dei cittadini agropolesi e non . Grati per l’attenzione che vorrete dedicare a questa lettera porgo sinceri e rispettosi saluti. Aldo Carrato

Continua a leggere
Continua dopo la pubblicità

Redazione Infocilento

La redazione di InfoCilento è composta da circa trenta redattori e corrispondenti da ogni area del Cilento e Vallo di Diano. E' questa la vera forza del portale che cerca, sempre con professionalità, di informare gli utenti in tempo reale su tutto ciò che accade sul territorio.

8 commenti

  1. Buona sera io come capo famiglia sabato 8 agosto veniamo in vacanza x 15 giorni mi devo preoccupare

    1. Attenzione anche nei parcheggi strisce blu a pagamento sia di trentova che di san marco, soprattutto quello dietro il lungomare. Non lasciate mai la macchina nel parcheggio della stazione e nella strada che dalla stazione porta a san marco ( via Frank Zappa). Altri parcheggi, sempre a pagamento, dove avvengono frequentemente i furti nelle auto sono quello in centro ex campo sportivo Guariglia.

  2. Manifesto la mia solidarietà alla vittima del furto. Lo scorso anno anche la mia auto ha subito la stessa sorte iin una mattina di fine luglio nel parcheggio comunale a pagamento nei pressi della Baia di Trentova. Mi dispiace che fatti del genere continuino a ripetersi.

  3. Anche io anni fa ho subito lo stesso furto in auto a santa Maria di Castellabate e dopo pochi mesi stessa scena ad Agropoli…. C’è una banda in zona che fa questi furti rompendo i vetri.

  4. Idem. L’anno scorso vetro disintegrato. Non ho fatto salire i bambini. Ho dovuto chiamare un famigliare per aiuto. In auto non c’era nulla di visibile quindi penso che il gesto è stato a carico a dei bisognosi di roba!

  5. Mancavo da alcuni anni ad Agropoli. Ho constatato con tristezza il decadimento della città, dal mare al grado di pulizia sia delle spiagge che delle strade. Abbiamo pagato una tassa di soggiorno, mi chiedo a cosa serva.

    1. Quello che hai constatato è una situazione palese a tutti, meno che al Sindaco e i suoi colleghi amministratori, che se gli e lo chiedi ti rispondono “SBANDIERANDO BANDIERA BLU'” che, anche da vero Agropolese, mi dispiace dubitare sulle modalità di assegnazione a questa ,a me cara città , ma che avendo i decadimenti cui citi ,che posso solo condividere, non credo possa essere destinataria di “BANDIERA BLU'” se non a seguito di interessamenti “POLITICI”.Mi dispiace tantissimo, ma credo che ,visto la situazione ,questa sia l’amara verità.

  6. È già da qualche anno che noi, amanti del windsurf, non veniamo più ad Agropoli (in inverno e in estate) per praticare il nostro sport. Le nostre autovetture sono state più volte oggetto di furti.

Ti potrebbero interessare

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it