Pegaso Agropoli
Pegaso Agropoli
HomeAttualitàCastellabate, Tari più bassa per le attività chiuse durante l'emergenza Covid

Castellabate, Tari più bassa per le attività chiuse durante l’emergenza Covid

A Castellabate Tari più bassa per i commercianti chiusi durante l’emergenza Coronavirus. È quanto stabilito dal Consiglio comunale del 21 luglio per dare un aiuto concreto a chi ha dovuto abbassare la saracinesca nei mesi del lockdown. La bolletta rifiuti verrà ridotta del 30 per cento, sulla base delle tariffe deliberate per l’annualità 2019, alle attività produttive che hanno subito il blocco disposto dal DPCM per il contenimento della diffusione del Covid-19.

L’importante provvedimento è stato votato in Consiglio comunale di ieri. La modifica si è resa possibile grazie alla deroga del D.L. del 17 marzo 2020. La scadenza è stata inoltre posticipata di un mese, per la prima rata dal 31 luglio al 31 agosto e per la seconda rata dal 30 settembre al 31 ottobre.

Il sindaco, Costabile Spinelli, dichiara: «Abbiamo voluto agevolare le attività economiche per venire incontro a chi è stato maggiormente colpito dalla crisi dovuta al blocco della attività per diversi mesi. Nonostante l’abbattimento delle tariffe, puntiamo comunque a fornire un servizio di grande qualità, che fa segnare l’80 per cento di raccolta differenziata, sempre orientato alla salvaguardia dell’ambiente e con un’attenzione particolare al decoro degli spazi pubblici».

Ernesto Rocco
Inizia l'attività giornalistica nel 2003, collaborando con il mensile "Il Cilento Nuovo". Successivamente diventa addetto stampa dell'U.S.Agropoli 1921, ruolo che manterrà fino al 2013 e che tornerà a ricoprire negli anni successivi. Nel 2005, fonda il portale InfoAgropoli (divenuto poi InfoCilento), di cui è caporedattore. Dal 2012 è collaboratore de "Il Mattino" e dell'agenzia di stampa Mediapress. Si occupa dell'organizzazione e della gestione di uffici stampa con lo studio di comunicazione Qwerty. Conduce programmi radio e tv sui canali di InfoCilento ed è opinionista e corrispondente di alcune televisioni locali.

1 commento

  1. E alle famiglie?anche i dipendenti sono stati a casa due mesi e ancora non hanno avuto la cassa integrazione.se si abbassa per i commercianti si deve ridurre anche per le famiglie

Commenti chiusi

Maffei

Membership