Campora Cittàslow: Comune pronto ad aderire alle città del buon vivere

Lo scopo è di promuovere e diffondere la cultura del buon vivere

Il Comune di Campora, retto dal sindaco Antonio Morrone, ha richiesto l’adesione all’associazioneCittaslow rete internazionale delle città del buon vivere” che conta attualmente 75 città in Italia.
Lo scopo dell’adesione è di ”promuovere e diffondere la cultura del buon Vivere, attraverso la ricerca, la sperimentazione, l’applicazione di soluzione per l’organizzazione della città”.

Il riconoscimento, a cui il paese a 15 chilometri a nord di Vallo della Lucania aspira, prevede precisi parametri per l’assegnazione tra cui: una politica delle infrastrutture attenta alla valorizzazione del territorio, un utilizzo delle tecnologie per il miglioramento dell’ambiente e del tessuto urbano, la produzione di prodotti naturali compatibili con l’ambiente, la salvaguardia delle produzioni autoctone, l’ospitalità e l’attenzione al mondo dei giovani e della scuola.

Qualora la richiesta venisse approvata l’Ente pagherà una quota d’iscrizione di 600 euro. Attualmente in Cilento c’è Pollica tra le 75 città Slow in Italia.

Continua a leggere su InfoCilento.it


CONTINUA A LEGGERE

Bruno Marinelli

Bruno Marinelli (nato a Roma, ma agropolese di famiglia).Trasferitosi stabilmente nel Cilento ne apprezza le peculiarità culturali e turistiche che la rendono una terra speciale. Appassionato di sport,cultura e politica. Ama molto leggere. E'il responsabile della redazione sportiva di Infocilento.

Hai Ad Block Attivo

InfoCilento.it è un porale gratuito e si mantiene grazie alla pubblicità. Non adottiamo alcuna forma di pubblicità invasiva, fastidiosa o pericolosa. Per questo se vuoi continuare a usufruire dei servizi di InfoCilento.it disattiva AdBlock per questo sito. Per farlo clicca con il pulsante destro del mouse sull'icona di AdBlock e seleziona "Sospendi su questo sito". In questo modo potrai continuare a visitare InfoCilento.it e accedere a tutti i suoi contenuti. Grazie!