Porto di Agropoli nel degrado, Di Biasi: “Stop ai lavori tra una decina di giorni”

Ieri acceso dibattito sul porto di Agropoli durante il consiglio comunale

“Il porto di Agropoli doveva essere un biglietto da visita per il territorio. Invece abbiamo cantieri, marciapiedi rotti, bagni pubblici fatiscenti e alghe”. A lanciare le accuse il consigliere comunale di minoranza Gisella Botticchio che ha chiesto lumi sul caso al delegato al porto Giuseppe Di Filippo e a quello ai lavori pubblici Franco Di Biasi.
Il primo si è trincerato dietro l’invito a “leggere le carte”, ammettendo di essere costantemente impegnato nel sollecitare gli uffici a compiere gli interventi necessari, ma di fatto bypassando il quesito posto dalla rappresentante della Lega.

Più nel dettaglio, invece, è entrato il delegato ai lavori pubblici Franco Di Biasi il quale ha chiarito i motivi del caos che si registra nell’area portuale, legati al cantiere per i lavori di rifacimento dei marciapiedi.

“Il problema c’è – ha ammesso – è inutile negarlo. I disagi dovevano essere ridotti al minimo, c’era una accordo con la ditta, ma i lavori per il rifacimento dei marciapiedi sono stati interrotti a causa di problemi nella canalizzazione dei sottorsevizi”.

Un contrattempo che comunque sarà superato a breve: “La ditta ha garantito che tra dieci giorni i lavori saranno completati e riprenderanno dopo l’estate. C’era la necessità di avviarli subito nonostante l’incombenza della stagione estiva altrimenti avremmo rischiato di perdere il finanziamento”.

Il consiglieri Di Biasi ha comunque chiarito che il cantiere non è bloccato: si continua a lavorare per la sistemazione del muro del braccio principale del molo, ormai quasi completato.

Continua a leggere su InfoCilento.it


CONTINUA A LEGGERE
blank

Ernesto Rocco

Inizia l'attività giornalistica nel 2003, collaborando con il mensile "Il Cilento Nuovo". Successivamente diventa addetto stampa dell'U.S.Agropoli 1921, ruolo che manterrà fino al 2013 e che tornerà a ricoprire negli anni successivi. Nel 2005, fonda il portale InfoAgropoli (divenuto poi InfoCilento), di cui è caporedattore. Dal 2012 è collaboratore de "Il Mattino" e dell'agenzia di stampa Mediapress. Si occupa dell'organizzazione e della gestione di uffici stampa con lo studio di comunicazione Qwerty. Conduce programmi radio e tv sui canali di InfoCilento ed è opinionista e corrispondente di alcune televisioni locali.

4 commenti

  1. Ma tutti questi soldi “Pubblici,cioè nostri” che vanno “BUTTATI” senza servire a niente, chi li risarcirà,se no chi ha deliberato di buttarli?
    Spero che la Magistratura “Penale” e contabile si accorga ,una volta per sempre delle illegalità messe in essere da quest’Amministrazione.

  2. Visto che sei così esperto ed informato, falla tu la denuncia alla magistratura

  3. Possibile che i cittadini di Agropoli sono tanto chiusi mentalmente. Ma che siete capre? Ma quando vi svegliate? Fi fregano il porto, vi fregano le terre, vi fregano l’ospedale. Ma che vi devono fregare più?

  4. Già solo questi commenti basterebbero come denunce ,al fine di verificare ,se non altro, se è vero quello che si dice ,ma ,purtroppo, sembra, che non interessi a nessuno, e i furbi ,continuano a fare i propri interessi, capito X Anonimo?
    Fra le altre cose, di questo si è discusso in Consiglio Comunale, quale migliore denuncia.

Hai Ad Block Attivo

InfoCilento.it è un porale gratuito e si mantiene grazie alla pubblicità. Non adottiamo alcuna forma di pubblicità invasiva, fastidiosa o pericolosa. Per questo se vuoi continuare a usufruire dei servizi di InfoCilento.it disattiva AdBlock per questo sito. Per farlo clicca con il pulsante destro del mouse sull'icona di AdBlock e seleziona "Sospendi su questo sito". In questo modo potrai continuare a visitare InfoCilento.it e accedere a tutti i suoi contenuti. Grazie!