Majestic
CilentoPoliticaVallo di Diano

Valiante: “Cilento e Diano hanno bisogno di opere strategiche”

“Il Cilento ed il Vallo di Diano hanno bisogno di opere strategiche e questa sarà per noi una priorità di impegno”. A dirlo Simone Valiante ex deputato PD ed oggi candidato alle regionali nelle fila dei Dem. Viabilità e infrastrutture vengono considerate fondamentali per il rilancio del territorio. Valiante prende ad esempio la Vallo – Atena, per il collegamento di Cilento e Diano.


“Ricordo una giornata calda di luglio del 2009, quando nello studio di Ennio Cascetta al Centro direzionale, allora assessore regionale ai Trasporti, con Angelo Vassallo e su sollecitazione di mio padre, definimmo i contenuti ed il percorso amministrativo del primo finanziamento di progettazione della Vallo Atena, la strada del Parco. Sono cambiate amministrazioni e sono passati un po’ di anni”, osserva l’ex deputato PD.

Il progetto, completato nel 2010, prevedeva l’adeguamento e la messa in sicurezza della viabilità esistente della strada Provinciale SP 142, mediante la realizzazione di nuovi segmenti di tracciato stradale e l’adeguamento con interventi puntuali di allargamento di tratti in curva, ricadenti nei territori comunali di Campora, di Moio della Civitella e Gioi Cilento, per un importo complessivo di € 5.200.000,00.

I lavori arrivarono a uno stato di esecuzione pari a circa il 93% dell’importo contrattuale, ma a seguito di vicende di carattere amministrativo si arrivò alla risoluzione anticipata consensuale del contratto di appalto, per poi procedere successivamente alla redazione di un nuovo progetto, al fine di consentire il completamento delle opere.

Quindi il nuovo progetto esecutivo denominato “lavori di Completamento ed Adeguamento Funzionale del Miglioramento del Collegamento Vallo della Lucania (SS 18 Var.) – Atena Lucana (A3 SA-RC) – 1° Lotto” venne posto in essere mediante l’ultimazione di tre opere parzialmente realizzate e la realizzazione di nuovi tratti di adeguamento funzionale denominati “Intervento A” e “Intervento B” necessari al fine di dare una continuità logica alle opere già parzialmente realizzate, integrando gli interventi puntuali e localizzati con un unico intervento organico. L’importo complessivo è stato di € 800.000,00. Solo lo scorso anno sono stati consegnati i lavori.

Continua dopo la pubblicità
Tags
Continua dopo la pubblicità
blank

Redazione Infocilento

La redazione di InfoCilento è composta da circa trenta redattori e corrispondenti da ogni area del Cilento e Vallo di Diano. E' questa la vera forza del portale che cerca, sempre con professionalità, di informare gli utenti in tempo reale su tutto ciò che accade sul territorio.

Un commento

  1. Siamo alle solite visioni di prestazioni elettorali. Quando si citano politici è buona regola far sapere in quale contesto di progetto quel politico inseriva l’intervento. Bene, bisogna ricordare che Angelo Vassallo, nel luglio del 1997 si fece promotore del primo convegno internazionale sul Cilento e Vallo di Di diano, di cui gli atti sono aperti e pubblici. A quel convegno presero parte nomi di levatura mondiale. Vassallo avanzò la teoria, condivisa un’anima mente ,che il Cilento e Vallo di.d. dovevano passare per un progetto integrato del territorio attraverso un finalizzato progetto di sviluppo. Vassallo parlava di recuperare la vocazione del territorio nelle linee architettoniche tracciate dalla cultura locale che hanno portato alla scoperta della dieta mediterranea. Dunque da qui deve ripartire la politica e da qui deve nascere il progetto complessivo del Cilento. Le arterie diventano interventi inutili se non rientrano nel progetto architettonico integrato. Se i paesi si danno la mano, allora è possibile riprendere il cammino per uno sviluppo diverso e controllato di tutto il territorio. All’Europa bisogna portare questa proposta, se non vogliamo perdere il cammino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it