Forlenza
AttualitàCilentoIn Primo Piano

Autovelox di Agropoli: esposto alla Corte dei Conti

Chiesti accertamenti tecnici, possibili irregolarità nei bilanci del Comune

AGROPOLI. Autovelox coperto dall’Anas e pronto ad essere rimosso (leggi qui), la questione finisce ora sul tavolo delle autorità provinciali, dei Ministeri e della Corte dei Conti. Sono gli esponenti della minoranza, consiliare e non, a presentare un esposto sul caso. A firmarlo i consiglieri di minoranza Gisella Botticchio e Agostino Abate (manca l’esponente 5 Stelle Mario Pesca), il commissario della Lega Tiziano Sica, i coordinatori di Fratelli d’Italia e Forza Italia, rispettivamente Michele Pizza ed Emilio Malandrino, Mario Capo per l’associazione Noi Protagonisti e Consolato Natalino Caccamo per il Comitato di Azione Civica.

Autovelox di Agropoli, le contestazioni

Nel documento si evidenziano una serie di irregolarità che negli anni sono state sollevate per l’autovelox di Agropoli, posizionato tra gli svincoli Agropoli Nord e Agropoli Sud e in particolare: mancanza di presupposti della direttiva Maroni; tasso di incidentalità non conforme alla posizione della strumentazione; assenza di autorizzazione.

Problemi, questi, che secondo i firmatari dell’esposto non riguardano solo il rapporto tra Comune di Agropoli e Anas, subentrata circa due anni fa nella gestione dell’arteria, ma anche quello con la Provincia, inizialmente competente per la Cilentana, ex SP430.

La richiesta di accertamenti

Di qui la richiesta di valutare l’avvio di un “accertamento tecnico e riscontro contabile per valutare se e come, i bilanci dell’Ente relativi agli anni 2016/2017/2018/2019 e il previsionale 2020, risultino reali e/o inficiati da somme e cifre riscosse indebitamente, non esigibili, non previsionabili ed illegittimamente poste in bilancio, falsando così gli equilibri di bilancio dell’Ente stesso ed esponendo la struttura finanziaria- amministrativa a verosimili squilibri di bilancio presumibili in ragione di milionari aggravi di spese, interessi e ristoro dei danni subiti a favore dei soggetti sanzionati”.

Continua dopo la pubblicità
Tags
Continua dopo la pubblicità
blank

Ernesto Rocco

Inizia l'attività giornalistica nel 2003, collaborando con il mensile "Il Cilento Nuovo". Successivamente diventa addetto stampa dell'U.S.Agropoli 1921, ruolo che manterrà fino al 2013. Nel 2005, fonda il portale InfoAgropoli (divenuto poi InfoCilento), di cui è caporedattore. Dal 2012 è collaboratore de "Il Mattino" e dell'agenzia di stampa Mediapress. Si occupa dell'organizzazione e della gestione di uffici stampa con lo studio di comunicazione Qwerty. Conduce programmi radio e tv sui canali di InfoCilento ed è opinionista in alcune televisioni locali.

Un commento

  1. Ribadisco ancora una volta,spero che, chi è stato ,o chi sono stati i responsabili di queste “RAPINE” agli automobilisti, non scusando chi ha infranto il cds ,ma solo perchè usando un apparecchio non in regola “ILLEGALE,finalmente paghi di tasca propria,cosa improbabile,ma solo così imparerebbero a non fare tutto quello che vogliono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it