“Impacchettato” l’autovelox di Agropoli: “comune rimborsi i cittadini”

Dopo la copertura dell'apparecchio monta la polemica politica

Autovelox di Agropoli coperto con un telo nero (leggi qui). Atto finale di un apparecchio che fin dalla sua installazione aveva creato polemiche e critiche tanto da essere stato anche danneggiato con colpi di fucile. All’indomani dell’attività dell’Anas che ha portato alla copertura dell’autovelox posto sulla Cilentana tra gli svincoli Agropoli Nord e Agropoli Sud monta la polemica.
Già ieri l’associazione Noi Consumatori di Castellabate era intervenuta mostrando soddisfazione per la scelta dell’Anas di coprire il box contenente l’apparecchio.
Oggi è la politica ad intervenire sul tema.

Emilio Malandrino, coordinatore di Forza Italia, si mostra soddisfatto e aggiunge: “Il Comune ha oggi il sacrosanto obbligo/dovere verso i cittadini vittime di tali ingiuste sanzioni, anche in assenza di richiesta, di rimborsare il maltolto nelle forme e nelle sedi opportune che la legge prevede”.

Secondo l’esponente di Forza Italia “i Consiglieri Comunali, organi di verifica e controllo, sono obbligati istituzionalmente e moralmente a chiedere tutte le azioni necessarie per valutare eventuali responsabilità che abbiano determinato e determineranno danni economico-finanziari all’Ente con esborso di consistenti cifre cui saranno chiamati a rispondere, nonché a chiedere controlli di eventuali ripercussioni sui bilanci in corso e pregressi sulle casse comunali, adottando immediatamente ogni azione necessaria alla tutela degli equilibri finanziari.
Non va dimenticato, per ultimo, la grave responsabilità di chi, alla guida politico-amministrativa ha continuato, in questi anni, in maniera autarchica ed arrogante e senza mai confrontarsi con chi evidenziava chiare illegittimità ed illegalità a sostenere e continuare questo percorso”.

“Questo, probabilmente, come dall’opposizione abbiamo sempre sostenuto, solo ed esclusivamente per fare cassa introitando milioni e milioni di euro alle spalle dei contribuenti, per far fronte, verosimilmente, alle spese folli messe in campo dalle recenti allegre gestioni dei tempi recenti”, conclude Malandrino che dal primo momento ha espresso contrarietà al posizionamento di un autovelox sulla Cilentana.

Per Giovanni Basile, a capo dell’associazione Camelot ed esponente della Lega, la vicenda autovelox “è l’ennesima dimostrazione di una amministrazione allo sbando più totale”.

Il consigliere Agostino Abate, invece, ha reso noto di aver richiesto “la specifica quinquennale di queste particolari entrate extratributarie e contemporaneamente ho formulato la relativa interrogazione con risposta orale da dare nella prossima seduta consiliare”.

Continua a leggere su InfoCilento.it


CONTINUA A LEGGERE
blank

Gennaro Maiorano

Laureato in ingegneria si occupa di giornalismo dal 2013. Appassionato del Cilento e della sua natura si occupa principalmente di tematiche legate all'ambiente.

3 commenti

  1. Oltre alla riprovazione generale per l’adozione di uno strumento totalmente illegale, qual’è stato il famigerato autovelox di Agropoli, bisognerà accertare le responsabilità penali, civili e contabili di chi facendo parte dell’amministrazione comunale ha consentito una tale infamia e scempio ai danni dei cittadini colpiti ingiustamente dalle sanzioni per l’eccesso di velocità rilevate illegalmente. In una nazionale normale il Prefetto di Salerno dopo un tale clamoroso caso di rilevante evidenza anche mediatica dovrebbe sospendere sia il Sindaco che il Comandante della Polizia Municipale che hanno consentito tali reati perseguibili
    in tutte le sedi opportune.

  2. Leggendo tutto l’articolo e i commenti non sono riuscito a capire se questo autovelox rilevava eccessi di velocita’ inesistenti o era posizionato irregolarmente.

  3. Come si fa a chiedere il rimborso per chi ha pagato 46 euro per aver superato di 2km/h il limite di velocità?

Hai Ad Block Attivo

InfoCilento.it è un porale gratuito e si mantiene grazie alla pubblicità. Non adottiamo alcuna forma di pubblicità invasiva, fastidiosa o pericolosa. Per questo se vuoi continuare a usufruire dei servizi di InfoCilento.it disattiva AdBlock per questo sito. Per farlo clicca con il pulsante destro del mouse sull'icona di AdBlock e seleziona "Sospendi su questo sito". In questo modo potrai continuare a visitare InfoCilento.it e accedere a tutti i suoi contenuti. Grazie!