Pisciotta: respinto il ricorso di associazione contro Puc

Arriva la Pronuncia del Consiglio di Stato

PISCIOTTA. Si chiude la vicenda giudiziaria promossa dall’associazione OTASUP contro l’amministrazione comunale per l’iter di formazione del PUC. Il Consiglio di Stato, infatti, ha respinto l’appello cautelare dell’osservatorio per la riforma di una precedente ordinanza del Tar che pure aveva respinto il ricorso.

Nel proporre l’impugnativa, l’organismo associativo aveva contestato l’impianto pianificatorio Piano Urbanistico ritenendo che il Comune avesse impedito la partecipazione della comunità locale alla determinazione delle scelte di pianificazione, prevedendo un eccessivo incremento del carico urbanistico e disattendendo il procedimento di integrazione del vincolo paesaggistico, già presente sull’area d’interesse, avviato dal Ministero per i beni e le attività culturali.

Tali rilievi erano già stati contrastati dal sindaco, Ettore Liguori, e dall’assessore all’urbanistica, Antonio Greco, i quali hanno rimarcato più volte la correttezza dell’iter seguito, precisando gli obiettivi di tutela e di sviluppo del territorio, da conseguire anche attraverso la valorizzazione del contesto paesaggistico e dell’identità locale e mediante la qualificazione dell’offerta ricettiva e di servizi.

Prima il Tar e poi il Consiglio di Stato hanno accolto le tesi degli avvocati Antonio Brancaccio e Pasquale D’Angiolillo, difensori del Comune.