Forlenza
CalcioCampionati ProvincialiSport

Lentiscosa, Fimiani: “Siamo una famiglia oltre che una squadra”

Tino Fimiani, presidente del cilentani, ci ha raccontato, in sintesi, l'importanza della socializzazione legata allo sport per il suo Lentiscosa

Nelle settimane passate il Lentiscosa, club di Seconda Categoria, si era reso protagonista di diverse iniziative encomiabili La società, nata nel 2013, da tanti anni si prodiga per essere partecipe in piccole manifestazioni lodevoli all’interno della propria comunità. Abbiamo raggiunto Tino Fimiani, massimo dirigente del Lentiscosa, per conoscere e ripercorrere brevemente questo bellissimo percorso.

Lentiscosa, le parole del presidente Tino Fimiani

L’A.S.D. Lentiscosa è una società nata nel 2013. Uno dei nostri successi è proprio l’aggregazione dentro e fuori il rettangolo di gioco. Quasi sempre facciamo il cosiddetto terzo tempo, con tifosi, avversari, sponsor, per creare una bella atmosfera anche dopo il fischio finale. E’ bello, per una comunità come la nostra, che vive di una realtà soggetta allo spopolamento, creare questo tipo di famiglia. Sono tantissime davvero le persone che si sono avvicinate in questi anni all’ASD Lentiscosa.Siamo una società composta da 15 soci, anche se qualcuno non è fisicamente qui. Questo sottolinea che le distanze spesso vengono superate dalla volontà di condividere qualcosa. Il primo anno i ragazzi della squadra erano esclusivamente del nostro paese, poi abbiamo creato movimento di parallelo. Abbiamo dato vita alla categoria giovanile, con gli allievi e con il calcio a 5, e di campionati ad 11. Molti di questi ragazzi oggi sono qui con noi in prima squadra. Anche per noi questa è una vittoria sociale”.

Le iniziative del Lentiscosa

Il nostro è un progetto a tutto campo, che supera i confini del perimetro verde. Abbiamo attivato, con grande gioia, tantissime iniziative nel sociale in questi anni. Siamo, ad esempio, in forte collaborazione con la nostra parrocchia, capeggiata da Don Gianni Citro, a cui siamo sempre vicini. Per la nostra comunità, in generale, ci siamo sempre.Abbiamo partecipato a giornate ecologiche pulizie nel paese e nel cimitero, cercando di coinvolgere tantissime persone. In estate cerchiamo, poi, di creare diversi eventi. In uno di questi ricordo l’arrivo di Gigione con tantissime persone giunte a Lentiscosa da ogni luogo. Ogni estate ricordiamo degli amici che non ci sono più, non solo ragazzi o persone che sono passate in società, ma anche persone della nostra comunità. Tanti anche gli eventi mondani con feste e sagre che ci hanno visto spesso in prima linea. Giri del paese, nel periodo natalizio, con le zampogne, ad esempio, per cercare di tenere unito sempre il paese. Il tutto è stato sempre apprezzato, visto che per noi resta una forte promozione sociale.Ricollegandoci al fattore sportivo abbiamo le nostre nonne ultras, come le definiamo noi, che ci sono sempre vicino. In particolare nel terzo tempo e nelle tante manifestazioni che creiamo in estate”.

L’idea per una nuova squadra di calcio

Lo sport e il calcio restano sempre una forte possibilità di integrazione e di unione per i ragazzi.Nell’ultimo periodo è stata forte l’idea a Camerota di effettuare una sola squadra, magari in PrimaCategoria di buon livello. Ovviamente aggiungendo, a questa, una squadra satellite in Terza, per permettere a tutti i ragazzi di divertirsi. E’ importante restare uniti e portare il nome della nostra comunità in alto. Se restiamo uniti, anche in campo, è più semplice creare qualcosa di importante. Inutile, a mio avviso, disperdere forze anche dal punto di vista economico. Può essere una bella iniziativa anche legata ai rapporti tra ragazzi. Si potrebbe creare, poi, una squadra di calcio a 5, ad esempio, scuole calcio, anche se questo è un discorso più complesso”.

Continua dopo la pubblicità
Tags
Continua dopo la pubblicità
blank
Close

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it