Benefici e proprietà del gelso: una pianta dagli innumerevoli effetti terapeutici

Un frutto che in questo periodo rappresentativo anche del nostro territorio!

La pianta di Gelso, – “a ceuza” in dialetto cilentano – si caratterizza per essere un classico frutto primaverile/estivo rappresentativo del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Spicca per l’intensità della sua colorazione e si differenzia tra il gelso bianco con un sapore neutro, il rosato con un gusto leggermente agrodolce, fino ad arrivare al tono dolciastro, tipico del gelso nero al culmine della sua maturazione.

In questo periodo la sua portata contribuisce all’effetto scenografico delle immense tavolate domenicali, suscitando l’interesse e la curiosità di chi non lo conosce. La stagionalità ricopre i mesi che vanno da maggio a luglio e per quanto concerne la conservazione è raccomandabile consumarli in un paio di giorni dopo la raccolta. Il sapore è unico e prelibato, il suo albero ricopre vaste aree di campagna e l’assaggio del frutto direttamente dalla pianta crea un mix di effetti sensazionali, che in combinazione all’habitat circostante favorisce l’assorbimento immediato delle sue proprietà benefiche.

Originario della Cina e introdotto in Europa nel quindicesimo secolo, il gelso bianco appartiene alla famiglia delle Moracee e viene coltivato specialmente in Italia e Spagna. Tra i vari usi l’albero viene trattato per il suo legno, mentre in passato il frutto veniva usato per alimentare i bachi da seta. Una curiosità interessante riguarda l’impiego delle bacche utilizzate per trattare il colesterolo alto, l’ipertensione e il diabete.

Contiene numerosi antiossidanti e vitamine, e abbinato ad uno stile di vita sano e a una regolare attività motoria fa perdere peso e regola i livelli di zucchero nel sangue. Questo miracoloso frutto è conosciuto anche per contrastare l’invecchiamento precoce della pelle, la perdita dei capelli e le vertigini.

In Cilento è possibile reperire tutte le varietà, il gelso nero presenta frutti di colore nero – violaceo e la sua forte pregnanza macchia la pelle e i tessuti. Molto conosciuto è il liquore di Gelso impiegato a fine pasto come digestivo, mentre in Sicilia si preparano delle ottime granite dall’effetto rinfrescante.

Continua a leggere su InfoCilento.it


CONTINUA A LEGGERE
blank

Rossella Tanzola

Innamorata da sempre dell’arte in ogni sua forma ed espressione, ha conseguito la laurea in Organizzazione e Gestione del Patrimonio Culturale ed Ambientale. Nel 2018 inizia ad approcciarsi al mondo della scrittura per gioco e oggi coltiva questo interesse con una maggiore determinazione.

Hai Ad Block Attivo

InfoCilento.it è un porale gratuito e si mantiene grazie alla pubblicità. Non adottiamo alcuna forma di pubblicità invasiva, fastidiosa o pericolosa. Per questo se vuoi continuare a usufruire dei servizi di InfoCilento.it disattiva AdBlock per questo sito. Per farlo clicca con il pulsante destro del mouse sull'icona di AdBlock e seleziona "Sospendi su questo sito". In questo modo potrai continuare a visitare InfoCilento.it e accedere a tutti i suoi contenuti. Grazie!