Basile, chiusura del Lungomare di Agropoli? commercianti contrari

Quello di Coppola è un bluff, si prenda le sue responsabilità

AGROPOLI. Sta suscitando perplessità la proposta del sindaco Adamo Coppola di disporre la chiusura del Lungomare. L’idea era partita da alcuni esercenti che chiedevano la possibilità di avere più spazio a disposizione, considerato che la prossima stagione estiva sarà all’insegna del distanziamento. Il primo cittadino nel week end ha fatto visita ai commercianti della zona e al termine dell’incontro ha annunciato come gran parte di loro fosse contenta di questa prospettiva.

Lungomare chiuso: tanti i contrari

Ma è proprio così? Secondo l’avvocato Giovanni Basile, presidente dell’associazione Camelot, le cose stanno diversamente. “Non sono contro alla chiusura del lungomare, questa operazione va ragionata e programmata, non improvvisata. Studiamola ora per farla in futuro, non domani”, spiega. L’avvocato agropolese poi incalza: “Coppola fa un bluff, dice che questa chiusura è stata avallata dai commercianti del Lungomare. Si deve assumere la responsabilità delle sue scelte e non deve farla ricadere sui negozianti”.

Chiusura del Lungomare San Marco? Scelta sbagliata

Basile parla di una scelta “totalmente sbagliata. Da come abbiamo avuto modo di vedere la maggior parte non è d’accordo perché ha paura di avere un contraccolpo negativo”.

Ma l’indice dell’avvocato agropolese è puntato anche sull’atteggiamento avuto dal primo cittadino durante l’incontro con i negozianti: “Quando un commerciante si vede arrivare il sindaco col suo codazzo e che fa capire che la maggior parte degli esercenti ha detto di si è difficile da contraddire”.

E conclude con una provocazione: “pubblichi chi sono queste attività che sono d’accordo con la chiusura del Lungomare così i cittadini sapranno di chi è la responsabilità del disastro”.

Iscrivi anche alla nostra community su Facebook


CONTINUA A LEGGERE

Ernesto Rocco

Inizia l'attività giornalistica nel 2003, collaborando con il mensile "Il Cilento Nuovo". Successivamente diventa addetto stampa dell'U.S.Agropoli 1921, ruolo che manterrà fino al 2013 e che tornerà a ricoprire negli anni successivi. Nel 2005, fonda il portale InfoAgropoli (divenuto poi InfoCilento), di cui è caporedattore. Dal 2012 è collaboratore de "Il Mattino" e dell'agenzia di stampa Mediapress. Si occupa dell'organizzazione e della gestione di uffici stampa con lo studio di comunicazione Qwerty. Conduce programmi radio e tv sui canali di InfoCilento ed è opinionista e corrispondente di alcune televisioni locali.

Un commento

  1. Il sindaco si facesse anche un giro per i tanti commercianti di via Risorgimento, via Alcide de Gasperi, via Piave, piazza Vittorio Veneto, corso Garibaldi, centro storico, via Pio x e mi dicesse se trova un solo commerciante favorevole alla chiusura del lungomare. Con il traffico che si creerebbe per arrivare verso il centro la gente rinuncerebbe a entrare in Agropoli