Majestic
AttualitàCilento

Funerale a Stella Cilento: “C’è stato un malinteso”

Parla il vigile coinvolto nella vicenda

STELLA CILENTO. Giorni addietro, abbiamo riportato la notizia di una funzione funebre svoltasi nel comune di Stella Cilento, alla presenza di una decina di persone (leggi qui), tra le quali anche un agente della polizia locale. Il tutto documento da un filmato delle guardie ambientali.
Oggi a a fornire la sua versione dei fatti, è V. L., il vigile urbano del comune.

Funerale a Stella Cilento: il racconto

“Sono 42 anni che svolgo questo lavoro, sono prossimo alla pensione e mai avrei immaginato di concludere la mia carriera in questo modo. Da controllore a controllato, dispiace molto. La nostra è una realtà piccola e anche quando non ero in servizio, ho sempre presenziato ai funerali, per senso di appartenenza ma anche, e soprattutto per spirito di dovere. D’altronde sono l’unico vigile urbano del comune – racconta
Quel giorno ad essere presenti erano solo i familiari stretti, figli e nipoti.
Ho letto che, i carabinieri della stazione di Sessa Cilento, sono venuti a conoscenza del fatto tramite un video realizzato dalle guardie ambientali e, probabilmente da un consigliere di maggioranza. Io non ho visto persone filmare, e seppure l’avessero fatto dispiace che nessuno di loro abbia cercato di conoscere e capire la ragione della mia presenza in quel posto”.

Una ritorsione?

V. L., inoltre ipotizza  che quanto accaduto possa essere una ritorsione nei suoi confronti da parte di qualche amministratore locale: “ho subito continui attacchi, con necessita’ di dover ricorrere già più volte alle competenti autorità giudiziarie che per fortuna hanno riconosciuto i miei diritti.”

Conclude dicendo: “avrei voluto terminare il mio lavoro in maniera dignitosa, e non con una sanzione amministrativa e una quarantena fiduciaria. Questa situazione è divenuta ormai intollerabile sarò costretto quindi nuovamente a dover attivare azioni giudiziarie sia in sede civile che penale , al fine di tutelare la mia persona.”

Continua dopo la pubblicità
Tags
Continua dopo la pubblicità
blank

10 commenti

  1. Condivido pienamente la dichiarazione lasciata dal.vigile di stella cilento . E vergognoso speculare su un rito funebre solo con il gusto di colpire qualcuno alle spalle . Persona responsabile e dedita al suo lavoro .

  2. A me dispiace come lettrice e come persona apprendere che pur di colpire qualcuno nn si bada a niente … nn ce rispetto per la situazione che stiamo vivendo e ne per quella particolare circostanza . Ha fatto bene a dire la sua nel rispetto della sua persona della sua famiglia e dei lettori tutti . Dico basta a notizie passate sotto banco per screditare persone e senza rispetto per la situazione .

  3. Caro Anonimo e cara Lettrice Appassionata, mi chiamo Francesco Papa e sono nato e mi sento di Stella Cilento, anche se sono 40 anni che vivo al nord. Capisco la lettera del vigile V.L., anche se non la condivido nel contenuto. mi spiego:
    1) Dove è scritto che i controllori non possono essere controllati? Per fortuna viviamo in un paese democratico.
    2) In passato ho partecipato a numerosi funerali e spero di partecipare ad altri in futuro; ma in questo momento storico, era necessario presenziare ad un funerale, contravvenendo alle regole odierne? Mi dispiace per i familiari del defunto ma di questi tempi orribili sono stati “fortunati” a poter dare un ultimo saluto al loro caro.
    3) Pochi giorni prima c’era stato il funerale di un bambino. In quell’occasione non è stato necessario fare contravvenzioni, perché c’erano solo i familiari stretti. A me non risulta che il vigile V.L. sia un familiare stretto e che sono state multate diverse persone.
    4) Siamo arrivati al punto che chi denuncia un illecito non è considerato un bravo cittadino ma una spia, un poco di buono, una persona vendicativa.
    5) I fatti dicono che non sono state rispettate le regole attuali, che i carabinieri hanno fatto delle multe e che delle persone sono in quarantena fiduciaria e chi è pagato per controllare era presente, non controllava anzi partecipava.
    QUESTI SONO I FATTI, TUTTO IL RESTO È NOIA.
    P.S. Sono orgoglioso di essere di Stella Cilento ma, caro Anonimo e cara Lettrice Appassionata, il fatto successo ha fatto dei danni (speriamo solo) di immagine e i vostri commenti hanno un po’ scalfito il mio orgoglio di stellano.

    1. Caro sig. Francesco mi dispiace che il mio commento l ha scalfito enormemente ..ma come hai scritto tu ribadisco anche io ….. siamo in un paese democratico e ognuno esprime la sua opinione …buona giornata

  4. Buongiorno ti conosco da una vita ed ao con quanta passione e spirito di sacrificio svolgi il tuo lavori, anche in una piccola comunità come Stella Cilento, haichiuso gli occhi tante volte e forse nessuno se né accorto, io ti sono vicino e credo nella tua sincerità, purtroppo solo chi non fanno sbaglia. Con stima e riconoscenza
    Francesco

  5. Caro Francesco papa allora tu fai parte di quelli che fanno la spia o colpiscono alle spalle i altri ormai andare in un funerale e diventato un crimine secondo voi e le diretive PS non conosco il vigile o altri Lego solo notizie vi rendete conto che ci sono problemi più gravi purtroppo

    1. Nella mia vita ho fatto diversi illeciti e ho preso diverse multe, contravvenendo soprattutto al Codice della strada, ma quando mi hanno “beccato” ero consapevole di essere nel torto e non me la sono mai presa con le forze dell’ordine: potevo solo prendermela con me stesso. Vorrei farti notare che i giornalisti non hanno pubblicato che mestiere facevano gli altri contravventori perché il ruolo che si occupa porta a delle responsabilità diverse nelle diverse occasioni

Close

Hai Ad Block Attivo

Disattiva Ad Block su questo sito se vuoi continuare a leggere InfoCilento.it