AttualitàCilento

Ascea intensifica i controlli fino al 15 maggio

Comune rinnova l'accordo con le associazioni che affiancheranno polizia locale e protezione civile

ASCEA. Continuano i controlli sul territorio in questa fase d’emergenza coronavirus, per verificare il rispetto delle disposizioni comunali, regionali e statali. Ascea è stato tra i comuni che maggiormente ha intensificato l’attività di monitoraggio del territorio, affiancando alle forze dell’ordine la Polizia locale, la Protezione Civile e e associazioni di Guardie Ambientali. Il Comune ha disposto controlli presso tutti i varchi d’accesso al paese affinché si potesse entrare ed uscire soltanto per comprovate ragioni di necessità.

Ad Ascea continuano i controlli sul territorio

Ad oggi sono circa 12mila i controlli effettuati. Attività che proseguiranno nelle prossime settimane. Ecco perché l’Ente ha voluto confermare il numero di operatori in servizio continuando ad affiancare agli agenti di Polizia Locale e ai volontari di protezione civile anche le associazioni di guardie ambientali. L’accordo con queste ultime proseguirà fino al prossimo 15 maggio. La spesa dell’Ente, retto dal sindaco Pietro D’Angiolillo, ammonta a ottomila euro.

I controlli

Fino al 15 maggio, quindi, i controlli saranno rigidi, in particolare tra Ascea Marina e Velia, con attenzione anche alla stazione, al centro di Ascea Marina e alle attività commerciali. Le associazioni, inoltre dovranno incrementare l’attuale numero di persone impiegate (almeno 6 al giorno per ciascuna e per almeno 8 ore di servizio). L’attività di controllo sarà rivolta anche alle frazioni, il Capoluogo, le spiagge e i punti di raccolta rifiuti.

Continua a leggere su InfoCilento.it


CONTINUA A LEGGERE

Costabile Pio Russomando

Studente universitario, iscritto alla facoltà di Lettere, inizia l'attività di giornalista nel 2013, collaborando con alcuni mensili cilentani e occupandosi dell'organizzazione di eventi sul territorio.

6 commenti

  1. che senso ha visto che dall’inizio della fase 2 si ricomincia a poter circolare liberamente tra comuni?
    come previsto dall’ art.13 della costituzione..quindi a cosa serve?

  2. Qua ognuno fa a modo suo sembra che lo stato nn esista . Tanto paghiamo noi cittadini. Vedo molto interesse Da parte del sindaco a far riprendere il commercio

  3. Il senso è quello di regalare soldi alle associazioni tanto noi cittadini paghiamo . A cosa servono 5/6 persone a fermare le macchine . Siamo alle solite … spero per loro la legge preveda dopo il 3 maggio che sia in regola ciò che fanno .

  4. Leggo tre commenti da altrettanti anonimi (oppure è la stessa persona, alla quale gli viene in mente una cosa alla volta). Almeno noi volontari ci mettiamo la faccia e nome e cognome sul tesserino.

  5. A me sembra che i controlli sul territorio vanno fatti seguendo le disposizioni predisposte dal governatore De Luca.Oltre a ciò devono riprendere le attività dopo il 3-05seguendo i calendario delle stesse.Un mio suggerimento rivolto al sindaco è quello di occuparsi di più delle esigenze degli asceoti.Soprattutto degli anziani predisponendo assistenza domiciliare tramite gli assistenti sociali .Occupandosi dei bisogni primari dei cittadini che necessitano di assistenza .Bisogna creare una task force che monitora il comune.

Hai Ad Block Attivo

InfoCilento.it è un porale gratuito e si mantiene grazie alla pubblicità. Non adottiamo alcuna forma di pubblicità invasiva, fastidiosa o pericolosa. Per questo se vuoi continuare a usufruire dei servizi di InfoCilento.it disattiva AdBlock per questo sito. Per farlo clicca con il pulsante destro del mouse sull'icona di AdBlock e seleziona "Sospendi su questo sito". In questo modo potrai continuare a visitare InfoCilento.it e accedere a tutti i suoi contenuti. Grazie!