Allarme covid a Prignano. Sindaco smentisce: “Agiremo legalmente”

L'uomo, sbarcato da una nave, è tornato in paese accompagnato dai carabinieri per la quarantena. Ma a Prignano è scattato l'allarme

PRIGNANO CILENTO. Rientra nel Cilento e viene messo in quarantena, ma in paese scatta l’allarme. Tutto è successo nel week end in seguito al ritorno in paese di un uomo che svolge la professione di cuoco su una nave. A causa dell’emergenza sanitaria in atto, l’armatore ha deciso di ridurre il personale, pertanto anche il cittadino prignanese ha dovuto lasciare momentaneamente il lavoro e ha scelto di rientrare nel suo luogo di residenza.

Cittadino in quarantena, allarme in paese

Come da prassi, però, prima di far ritorno a Prignano Cilento ha avvertito il sindaco. Quindi, accompagnato dai carabinieri della stazione di Torchiara, è stato messo in isolamento in un appartamento offerto da una famiglia del posto. Il cuoco cilentano, infatti, ha ritenuto opportuno non tornare presso la sua abitazione dove risiedono la moglie incinta e i suoi quattro figli. Tuttavia il ritorno in paese accompagnato dai militari ha destato preoccupazione, considerato anche che nello stabile dove attualmente è in quarantena risiedono delle persone anziane e con altre patologie, condizione che li rende particolarmente esposti al rischio infezione.

I chiarimenti del sindaco Giovanni Cantalupo

Il sindaco, però, ha voluto tranquillizzare tutti e spiegare come sono andate realmente le cose. «L’uomo, sbarcato dalla nave, è tornato nel suo comune di residenza. Tuttavia per evitare la quarantena anche ai figli e alla moglie (la quale è incinta e in questi giorni deve fare delle visite mediche importanti), si è fatto ospitare da un’altra famiglia, in una casa dove abita da solo. C’è una regolare ordinanza di quarantena come prevedono le disposizioni», precisa Giovanni Cantalupo. Il primo cittadino aggiunge che l’uomo «sta bene e ha tutti le necessarie certificazioni della Capitaneria di Porto. Ora è in isolamento così come la legge dispone». Cantalupo, poi, interviene anche sulle polemiche diffusesi in paese: «Con il comandante della stazione carabinieri di Torchiara abbiamo fatto tutto secondo le regole, queste persone che hanno diffuso l’allarme saranno denunciate per procurato allarme».

Continua a leggere su InfoCilento.it


CONTINUA A LEGGERE
blank

Ernesto Rocco

Inizia l'attività giornalistica nel 2003, collaborando con il mensile "Il Cilento Nuovo". Successivamente diventa addetto stampa dell'U.S.Agropoli 1921, ruolo che manterrà fino al 2013 e che tornerà a ricoprire negli anni successivi. Nel 2005, fonda il portale InfoAgropoli (divenuto poi InfoCilento), di cui è caporedattore. Dal 2012 è collaboratore de "Il Mattino" e dell'agenzia di stampa Mediapress. Si occupa dell'organizzazione e della gestione di uffici stampa con lo studio di comunicazione Qwerty. Conduce programmi radio e tv sui canali di InfoCilento ed è opinionista e corrispondente di alcune televisioni locali.

Hai Ad Block Attivo

InfoCilento.it è un porale gratuito e si mantiene grazie alla pubblicità. Non adottiamo alcuna forma di pubblicità invasiva, fastidiosa o pericolosa. Per questo se vuoi continuare a usufruire dei servizi di InfoCilento.it disattiva AdBlock per questo sito. Per farlo clicca con il pulsante destro del mouse sull'icona di AdBlock e seleziona "Sospendi su questo sito". In questo modo potrai continuare a visitare InfoCilento.it e accedere a tutti i suoi contenuti. Grazie!